Islanda in auto 4×4

 

 

 

1 giorno Italia – Reykjavik
Volo dall’Italia, in base all’orario  di arrivo noleggio auto o pernottamento
a Reykjavik

2 giorno  ReyÞingvellir – Gullfoss – Geysir (240 km circa)
Geyser e cascate. Partenza verso il parco nazionale di Þingvellir. Fa parte del Patrimonio Mondiale dell’UNESCO per le sue meraviglie geologiche: le formazioni vulcaniche vi lasceranno a bocca aperta, l’area è davvero magnifica. Proseguimentol’area geotermale di Geysir e verso la cascata “d’oro” di origine glaciale chiamata appunto Gullfoss.

3 giorno  Kjolur – Hveravellir – Skagafjour (230 km)
Altopiani deserti e fiumi glaciali. Si parte oggi verso gli altopiani lungo la strada interna di Kjolur (necessario 4×4 per questo tragitto, strada aperta solo da metà giugno). Sosta nell’area geotermale multicolore di Hveravellir racchiusa tra i ghiaccia d i Langjokull e Hofjokull per poi proseguire verso valli verdeggianti di Skagafhordur.

4 giorno – Akureyri – Mývatn (190 km circa)
La Cascata “Degli Dei”.Si viaggia verso Akureyri, la “capitale del Nord” e quindi si raggiunge l’area di Mývatn, con sosta lungo il tragitto alla meravigliosa cascata Goðafoss. Le meraviglie naturali del Lago Mývatn includono le stranissime formazioni vulcaniche di Dimmuborgir, gli pseudocrateri di Skutustadir e l’area vulcanica di Krafla.

5 giorno  – Húsavík – Dettifoss – Egilsstaðir (320 km circa)
Le gole di montagna – i profondi canyons- la cascata più grande d’Europa. Si lasciano le meraviglie di Myvatn verso la pittoresca penisola di Tjornes. Si continua attraverso il villaggio di pescatori di Husavik fino al parco nazionale
di Jokulsàrgjùfur che ospita l’impressionante canyon a forma di ferro di cavallo di Asbyrgi e la più potente cascata d’Europa Dettifoss. Successivamente si prosegue in direzione est verso Eglisstadir.
Se si vuole si può fare un’escursione in barca per avvistamento balene.

6 giorno  Fiordi Orientali – Höfn (300 km circa)
I fiordi dell’Est, montagne scoscese e litorali pittoreschi. Si guida in direzione sud attraverso la spettacolare strada costiera dei Fiordi dell’Est incorniciati da imponenti montagne che si tuffano nel mare. Sosta al passo di Almannaskarð che offre una vista spettacolare del ghiacciaio più grande d’Europa, il Vatnajökull, e del litorale.

7 giorno – Jökulsárlón – Skaftafell – Kirkjubæjarklaustur (220 km circa)
Il ghiacciao più esteso d’Europa, la laguna glaciale e gli iceberg. La giornata inizia ammirando la laguna glaciale di Jokulsarlon ai piedi del ghiacciaio Vatnajokull da dove si staccano gli iceberg che galleggiano lenti nella laguna.
Si continua verso il parco nazionale di Skaftafell, il più grande d’Europa: un’oasi verde che offre anche molte possibilità di trekking. Si pernotta lungo la costa.

8 giorno Landmannalaugar – Reykjavík (240 km circa). Rilascio auto.
Campi di lava e sorgenti calde. Si continua verso ovest attraverso il paesino di Kirkjubaejarklaustur, il luogo in cui anticamente nel XXI secolo, fu eretto un convento cattolico. Si prosegue attraverso campi di lava di Eldhraun verso Vik. Lungo il percorso si ammira la verde area agricola del sud con una sosta obbligata alle bellissime cascate di Skogarfoss e Seljalandsfoss, prima
di continuare per Reykjavik. Notte

9 giorno   – Reykjavik – Italia
Rientro con il volo in Italiaù

.I nostri viaggi sono sempre studiati su misura per individuali o piccoli gruppi. Possiamo personalizzare tutti i servizi.
Richiedici un preventivo.

 

“Anello classico” in auto

 

 

 

1 giorno – Reykjavik
Arrivo a Reykjavik , in base all’ora di atterraggio noleggio dell’auto direttamente in aeroporto o pernottamento a Reykjavik.

2 giorno Þingvellir – Gullfoss – i Geysir – La Costa Meridionale (310 km circa)
Le meraviglie geologiche del Parco nazionale, patrimonio UNESCO – i Geyser – le colonie di uccelli marini – le spiagge laviche del sud l viaggio alla scoperta dell’Isola inizia con il Parco nazionale di Þingvellir, immensa vallata immersa in un ondulato paesaggio di colate laviche, uno dei luoghi di maggior interesse geologico e storico. Qui si riuniva l’Althingi intorno al X secolo, il più antico parlamento del mondo,  ed  in tempi moderni vi fu proclamata la Repubblica d’Islanda.Si prosegue quindi per ammirare la spettacolare cascata Gullfoss, detta la Cascata d’Oro e le sorgenti calde dei Geysir. Si continua lungo la costa meridionale per ammirare la cascata di Skogafoss, le spiagge nere di Vik e il ghiacciaio di Myrdalsjokull, nelle cui vicinanze ha avuto luogo la famosa eruzione del vulcano Eyjafjallajokull nella primavera del 2010, cha paralizzò il traffico aereo dei cieli di mezza Europa.

3 giorno Kirkjubaejarklaustur – Skaftafell – Jokulsarlon – Hofn (270 km circa)
I campi di lava – il Parco Nazionale più vasto in Europa – la laguna glaciale e gli iceberg – il Ghiacciaio più grande d’Europa
Partenza per il villaggio di Kirkjubaejarklaustur, un piccolo villaggio agricolo di soli 150 abitanti  località spesso citata nelle tradizioni popolari islandesi e famoso per il convento cattolico fondato dai monaci benedettini nel XII sec. Visita del parco nazionale di Skaftafell situato ai piedi del più grande ghiacciaio d’Europa, il Vatnajokull.Si prosegue poi per la laguna glaciale Jokulsarlon, puntinata di iceberg che galleggiano lenti sulle sue gelide acque. Poi si continua verso il piccolo porto di pesca di Höfn, immerso in uno splendido scenario e adagiato su una lingua di sabbia della Laguna di Hornafjordur.

4 giorno – Hofn – Djupivogur – Reydafjordur – Egilsstadir (300 km circa)
Gli stretti fiordi dell’est – le montagne scoscese – i litorali pittoreschi – le collezioni di mineraliGiornata dedicata alla visita dei magnifici Fiordi dell’Est attraverso piccoli villaggi di pescatori incorniciati da maestose montagne che terminano nel mare. Migliaia di uccelli marini nidificano lungo le scogliere e sulle isole al largo della costa. Possibilità di fare un’escursione in barca sull’Isola di Papey (isola dei frati) indica che un tempo fu abitata dai monaci irlandesi giunti in Islanda prima dell’arrivo dei norvegesi. Oggi quest’isola è popolata solamente da foche ed pulcinelle di mare che all’ inizio dell’estate popolano le imponenti scogliere alte fino a 45 m. Sull’isola si può visitare il faro di Hellisjarg, del 1922, la chiesa più piccola d’Islanda, del 1805.Quindi possibile sosta a Stodvarfjordur per visitare la collezione di minerali di Petra.

5 giorno   – Egilsstadir – Dettifoss – Husavik – Myvatn (310 km circa)
Gli altopiani lunari – la Cascata più potente in Europa – le suggestive gole e canyon – avvistamento delle balene
Si attraversa l’altopiano desertico di Möðrudalsöræfi un luogo molto speciale: non si avvista un filo d’erba all’orizzonte. Nulla, tranne l’immensità degli altipiani, le colline e le montagne scure. Un deserto attraversato solamente da una strada di soli 100 km regolarmente frequentata da pecore, e renne. Quindi si raggiunge la maestosa cascata di Dettifoss, la più potente d’Europa, che regala stupendi arcobaleni, per poi continuare verso il lussureggiante canyon a forma di ferro di cavallo di Asbyrgi, profondo 3,5 km.Proseguendo lungo la penisola di Tjornes si giunge a Husavik, tipica cittadina islandese, paesino portuale con le case policrome che scendono verso il porto e le vette circostanti innevate. Da qui partono le imbarcazioni per l’avvistamento delle balene, delfini ed orche marine.

6 giorno   Mývatn – Akureyri/Skagafjörður (130 km circa)
Le bizzarre formazioni vulcaniche – i fenomeni geotermici e vulcanici – l’avifauna –  la cascata “Degli dei”  – Akureyri, la seconda città più grande d’Islanda. Si parte oggi alla scoperta del Lago Myvatn, il cui nome significa lago dei moscerini, e della zona circostante. Il lago ospita numerose specie di avifauna, tra cui circa 20 diverse specie di anatra .A Dimmuborgir si potranno ammirare stranissime formazioni vulcaniche. Sosta a Skutustadir per una passeggiata tra gli pseudo crateri. A Namaskard si potranno osservare le pozze di fango che ribolle ed gli straordinari colori di quest’area.Si prosegue poi verso la bella cascata Godafoss e successivamente verso la cittadina di Akureyri, la  “Capitale del Nord”.  La città è anche conosciuta, per la sua splendida posizione sul mare e per la sua vicinanza al circolo polare, con il nome di “Città del sole di mezzanotte”.Passeggiare ad Akureyri, è molto gradevole, tra una miriade di caffè, bar, musei, negozi!

7 giorno – Varmahlid – Reykholt – Borgarnes – Hvalfjordur – Reykjavik (490 km)
Le fertili pianure agricole – i fiumi glaciali – il museo folcloristico – il fiordo “delle balene”. Viaggio attraverso la mitica regione di Skagafjördur, conosciuta anche per i famosi allevamenti di cavalli islandesi. Possibilità di visitare il museo del folklore a Glaumbær, dove si possono ammirare i migliori esempi di antica architettura islandese.Si prosegue per la baia di Húnaflói e, attraversando l’altopiano di Holtavörduheidi, arrivo a Reykjavik nel pomeriggio.
In alternativa si possono percorrere gli altopiani interni lungo Kjölur (per questo tragitto – transitabile dalla seconda metà di giugno – è necessaria un’auto 4×4) verso l’oasi geotermale di Hveravellir e successivamente verso Reykjavik.15 agosto  Reykjavik / …

8 giorno  Reykjavik
Prima colazione in hotel a Reykjavik.
Gli orari del vostro volo vi permettono di visitare la città tutto il giorno e di recarvi in aeroporto la sera, riconsegna auto in mattinata

I nostri viaggi sono sempre studiati su misura per individuali o piccoli gruppi. Possiamo personalizzare tutti i servizi.
Richiedici un preventivo.

Le città imperiali

 

 

 

1 giorno Italia – Marocco 
Partenza in volo dall’Italia, arrivo in aeroporto e noleggio auto,
pernottamento a Casablanca.

2 giorno Casablanca – Rabat (km. 87)          
Prima colazione in hotel Spostamento verso Rabat – Mezza giornata di visita della città con guida a voi dedicata .  Rabat è situata sulla costa atlantica del paese, sulla sponda sinistra del fiume Bouregreg, la meravigliosa capitale del Marocco venne fondata intono al 1150 dal califfo ‛Abd al-Mù’min che qui installò una cittadella (la futura Kasbah des Oudaïa), una moschea e una residenza. Capitale ufficiale del Marocco dal 1956, la città, oggi moderna ed elegante a meta turistica, si caratterizza per le sue bellezze architettoniche,  per le sue lunghissime mura ambrate ( alte più di otto metri, costruite nel XII secolo) e per un mare da sogno. Appena giunti a Rabat si rimarrà meravigliati dall’imponenza delle mura (avevano uno spessore di più di due metri) costruite dagli Almohadi al fine di proteggere un’area di 120 ettari (che comprendeva la piana che domina la necropoli di Chella).

3 giorno  Rabat – Meknes – Fes  (km. 219)
Prima colazione in hotel, prosecuzione per Meknes. Forse la meno nota delle città imperiali, Meknes (capitale del Marocco sotto il regno di Moulay Ismail, 1672 – 1727), sita a 60 km da Fes e a 130 km da Rabat,  è un meraviglioso centro nel nord del  Paese, nella piana di Saïs tra la catena del Medio Atlante e la Rif. Centro vivace, ma legato alle sue origini, è caratterizzato  da un bellissimo centro storico (medina), dichiarato nel 1996 patrimonio (visita della città con guida a voi dedicata) Proseguimento per Fes  la prima città imperiale marocchina ed è situata in una fertile vallata della regione del Fes-Boulemane.Soprannominata la “perla del mondo arabo” e la “Firenze del Maghreb”, è  una delle città più belle ed antiche dell’intero Marocco.  Frequentatissima meta turistica, è un importante centro artigianale, spirituale e culturale. 

4 giorno Fes 
Dopo la prima colazione visita della città con guida a voi dedicata. 
Ottimo punto di partenza per una visita alla città è la caratteristica ed affascinante  “medina” (l’antico quartiere che coincide a grandi linee con l’area di Fās al-Bālī), con i suoi pittoreschi suq ed il suo intricato labirinto di stradine e pittoresche viuzze, da dove svettano le tipiche mura in argilla compattata e mattoni. 
Fra i monumenti più interessanti spiccano alcune Mederse (o Madrase).  Una Madrasa è un istituto formativo e tra quelle più interessanti della città si segnalano quella Bu ‛Inayna, eretta nel 1350-57 dal sultano Abū‛Inān (si caratterizza per la presenza di un portale maggiore in legno di cedro placcato in bronzo lavorato e di una porticciola denominata “degli scalzi” – poiché riservata ai visitatori che prima di entrare si dovevano pulire i piedi)  fronteggiata da un particolare  orologio ad acqua; e quella degli ‛Aţţārīn (profumieri), eretta dal sultano Abū Sa‛īd nel 1323-25 (caratterizzata da mura ricoperte di surate scolpite nel legno, è  considerata uno dei più grandi capolavori dell’arte merinide). Moltissime le moschee, tutte completate da meravigliosi minareti (in arabo manār, lett. “faro”. Da questa torretta il muezzin – mu‛adhdhin – cinque volte al giorno chiama alla preghiera i devoti di Allāh). La moschea più importante di Fez è denominata al-Qarawiyyīn (ossia “Moschea degli abitanti di Qayrawān”). La Moschea, fondata nell’857, ospita la  più antica università islamica (fondata a metà del IX secolo ) ed una prestigiosa e fornitissima biblioteca. Fez è famosa in tutto il mondo per le sue bellissime ceramiche blu cobalto (colore ottenuto dalla sapiente miscela di una serie di ingredienti). Un’ottima occasione per scoprirle è visitare il museo Dar Batha, vicino alla medersa Bou Inania,  in Place du Batha.

 5 giorno Fes – Marrakech (km. 512)
Dopo colazione partenza per Marrakech, oggi viaggio on the Road attraverso il Marocco.  Arrivo e pernottamento a Marrakech (in medina o nel quartiere europeo, a scelta)

 6 giorno Marrakech
Giornata dedicata alla visita di Marrakech (mezza giornata di visita guidata con guida a voi dedicata) . Marrakech, seconda città del Marocco per dimensione, è una cosmopolita città imperiale situata nel centro sud del paese, poco distante dalle vette dell’Alto e del Medio Atlante.  Seppur non vi sono fonti certe, con ogni probabilità, fu fondata all’inizio della dinastia Almoravide, fra il 1062 ed il 1070, da Yūsuf ibn Tāshfīn. La città, oggi ambita e dinamica meta turistica, visse il suoi anni d’oro, con la dinastia almohade (salita al trono nel 1184). Dopo esser stata saccheggiata e distrutta nel 1220, Marrakech, fu ricostruita, ma dovette aspettare l’inizio del XVI secolo ( con la dinastia dei Sa‘didi), per conoscere un nuovo sviluppo. La piazza Djemaa el-Fna è il centro nevralgico ed cuore sociale e commerciale di Marrakech. Intorno ad essa ed alle sue coloratissime bancarelle si sviluppa la medina, città vecchia.

7 giorno Marrakech – Casablanca   (km. 245)
Prima colazione in hotel, partenza in auto per  Casablanca ( Mezza giornata visita città con guida a voi dedicata).  Moderna metropoli internazionale e capitale economica del Marocco, Casablanca (in berbero: Tigmmi tumlilt, che significa appunto “la casa bianca” ),  è la città più grande ed il principale porto del Paese.  Nonostante il suo patrimonio storico-artistico sia alquanto esiguo, merita sicuramente una visita, se non altro per l’atmosfera calda e frizzante che vi si respira. 

8 giorno Casablanca – Italia
Dopo la prima colazione,  trasferimento in aeroporto e partenza con il volo per l’Italia.

I nostri viaggi sono sempre studiati su misura per individuali o piccoli gruppi. Possiamo personalizzare tutti i servizi.
Richiedici un preventivo.

 

 

Puerto Maldonato e Parco Nazionale Tambopata (Amazzonia)

 

 

 

1 giorno Puerto Maldonato e Parco Nazionale di Tambopata.
Arrivo in aeroporto da Lima e trasferimento alla Eco Lodge dentro l’Amazzonia peruviana. L’escursione inizia con un viaggio in battello di tre ore e mezza per risalire il fiume Tambopata (pasto al sacco a bordo). Arrivati alla Eco Lodge di Tambopata, vi sarà servita una bibita dissetante a base di frutti tropicali.
L’escursione comincerà con una camminata nella foresta pluviale amazzonica dove scoprirete un numero infino di farfalle e una straordinaria gamma di flora selvatica. Avrete anche occasione di osservare capibara, tartarughe, caimani e innumerevoli volatili.
Prima di cena, camminata notturna per osservare la vita nell’Amazzonia durante la notte!
Pasto serale e pernottamento nella Eco Lodge di Tambopata (pasti e pernottamento inclusi).

Giorno 2. “Chuncho” Macaw Clay Lick
Dopo la prima colazione leggera, partenza per il Macaw Clay Lick, “El Chuncho,” nel Parco Nazionale di Bahuaja-Sonene. Strada facendo scoprirete il risveglio della giungla e ammirerete i panorami pittoreschi lungo le sponde del Tambopata. Arrivati alla meta, sarete accolti dallo spettacolo di fauna selvatica più incantevole che il Parco Nazione di Tambopata ha da offrire: migliaia di pappagalli e di ara macao che si nutrono di argilla. (Pappagalli e altri uccelli si nutrono regolarmente di argilla e ghiaia per facilitare la digestione del cibo.) Questo è il punto focale di questa escursione – un’esperienza unica. Indi rientro alla lodge per una prima colazione tipica. Più tardi nella giornata, sarà il momento di un’altra esperienza: le Cascadas del Gato (le Cascate del Gatto), una sorgente naturale di acqua calda. Queste cascate sono il luogo ideale per nuotare e rilassarsi. Sempre nel corso della giornata, per chi desidera partecipare, offriamo attività come la pesca, kayak o zip-lining*.Dopo pranzo, un’altra passeggiata nei dintorni della lodge. La guida vi spiegherà come riconoscere alberi e piante con proprietà medicinali della zona. Più tardi andremo a caccia notturna di caimani per rallegrare la serata! Cena e pernottamento nella Eco Lodge di Tambopata (pasti e pernottamento inclusi).
Giorno 3. Escursione sul Lago Sandoval
Dopo colazione, ci imbarcheremo su un battello alla volta di Puerto Maldonado e il pranzo sarà servito alla Eco Lodge di Tambopata. Dopo pranzo, con un tragitto di trenta minuti risaliremo il Fiume Madre de Dios verso il Lago Sandoval. Una volta arrivati, saliremo a bordo di una canoa e con la pagaia remeremo lentamente e serenamente sul lago.Sul lago Sandoval potremo osservare martin  pescatori, aironi, Opisthocomus hoazin, scimmie e, con un pizzico di fortuna, le lontre giganti che vivono in questo lago. Più tardi, ci avventureremo nuovamente verso il nostro battello e ammireremo il calar del sole durante il viaggio di rientro sul fiume Madre de Dios. Cena e pernottamento nella Eco Lodge di Tambopata (pasti e pernottamento inclusi).

Giorno 4. Puerto Maldonado
Dopo colazione, provvederemo al trasferimento in aeroporto o alla stazione degli autobus.

I nostri viaggi sono sempre studiati su misura per individuali o piccoli gruppi. Possiamo personalizzare tutti i servizi.
Richiedici un preventivo.

Cuzco e il Parco Naturale del Manu (Amazzonia)

 

 

 

1 giorno Italia – Lima
Arrivo in aeroporto a Lima, incontro con l’agente in Perù e trasferimento in hotel a Lima.

2 giorno Lima ” La città dei Re” – Cuzco
Dopo colazione incontro con una guida locale parlante italiano ed inizio della visita di Lima. Visita privata. Lima Coloniale e Moderna: Vista della Plaza San Martin, la Piazza principale e Cattedrale. Continueremo con la visita del convento e la chiesa di San Francesco: uno dei più grandi complessi monumentali di stampo coloniale. Qui visiteremo le catacombe. Il tour continua con la vista del Museo Larco Herrera  costruito sopra i resti di una piramide pre-colombiana del VII secolo, il museo espone la migliore e più ampia collezione di oro e argento pre-colombiani, assieme alla rinomata collezione di ceramiche erotiche. Trasferimento in aeroporto e volo interno per Cusco. Pernottamento presso hotel/posada 

3 giorno Cuzco – Foresta montana tropicale – Posada San Pedro
Sveglia all’alba, colazione in hotel e partenza verso le 06:30/07:00 del mattino per la stupenda discesa verso la foresta montana-tropicale che dalle Ande vi porterá alla Riserva del Manu  Visita rovine del cimitero pre-Inca di Ninamarca, colazione al villaggio coloniale di Paucartambo.  Camminata per ammirare la meravigliosa rupicola peruviana. Pernottamento in Lodge. (i giorni nella riserva del Manu sono visite di gruppo con guide locali che parlano spagnolo/inglese)

4 giorno Foresta montana tropicale  – Atalaya Lodge
Prima colazione e partenza in bus per  Atalaya. Atalaya è situato a 650 metri ed è raggiungibile in autobus con partenza nelle prime ore del giorno.
Da qui si navigherà sul fiume Alto Madre De Dios  in canoa a motore, lungo il percorso del fiume, che si snoda tra numerosi isolotti, potrete ammirare paesaggi spettacolari sulle Ande e laghi. Arrivo a Pillcopata per il pranzo e possibilità di praticare Rafting (opzionale – incluso nel prezzo). Si continua verso Atalaya dove si prende un’imbarcazione a motore verso Atalaya per la Lodge Erika. Visita della foresta pluviale intorno alla Lodge, Cena e pernottamento in Lodge.

5 giorno Machuwasi – Lodge Erika
Il Lodge Erika si trova a metà strada tra la giungla alta e quella bassa (500-1150 metri sul livello del mare). Dopo la colazione la vostra guida vi spiegherà i diversi habitat locali e l’incredibile varietà di fauna. Per aumentare la probabilità di vedere più specie possibile di fauna locale si partirà a piedi lungo l’argine del fiume per un’escursione nella foresta alla scoperta di insetti, rettili, uccelli e piante officinali. Dopo il pranzo ci si imbarcherà per raggiungere il Lago Machuwasi (lungo il tragitto breve sosta per una camminata nella foresta). Arrivati al Lago si potrà ammirare l’airone bianco, il tucanetto, passeri e cardinali. Rientro al Lodge. In serata ancora una camminata per osservare le rane toro, le rane comute, le rane alberto e una varietà incredibile di insetti.

6 giorno Sorgenti di Shintuyaper e ritorno al Lodge San Pedro
Al mattino presto esploreremo ancora una volta i dintorni della Lodge. Dopo la prima colazione, lasceremo questa bellissima località e si raggiungeranno in canoa le sorgenti di acqua calda di Shintuyaper per  un’immersione rilassante nelle acque ricche di minerali. Rientro, sempre in canoa, alla volta di Atalaya da dove in auto si raggiungerà il Lodge San Pedro: Prima di arrivare, faremo un’altra sosta spettacolare per visitare una riserva di orchidee locali dove i giardinieri trattano le orchidee come fossero dei bambini: un’esperienza fantastica!

7 giorno Pappagalli –Area Macao – Cuzco
Ancora una volta  sveglia di buon ora, dopo colazione, partenza in motoscafo e dopo solo cinque minuti di navigazione sul fiume potremo ammirare una colonia di pappagalli che si radunano di mattina per nutrirsi di argilla sugli argini del fiume (detti “Collpa”); fra questi il pappagallo testa blu e il parrocchetto occhi bianchi. Questi uccelli si nutrono di argilla da cui assimilano minerali e sali importanti che facilitano la digestione di semi e frutti. Dopo aver osservato e fotografato questi pappagalli, rientro a Erika Lodge per la prima colazione e poi partenza in motoscafo per tornare al porto di Atalaya. Ritorno a Cuzco in bus. Trasferimento in hotel/Posada. 

8 giorno  La città imperiale di Cusco e le Rovine Inca
Dopo colazione incontro con la guida parlante italiano per una visita privata della città di Cuzco. L’escursione (privata) inizia con la visita del “Tempio del Sole” Korikancha. Questo era il luogo di culto più importante ai tempi degli Inca. Gli spagnoli vi costruirono in cima il Convento di Santo Domingo. Si prosegue fuori città per visitare le rovine Inca:
il centro cerimoniale di Kenko, considerato un luogo sacro dagli Inca. Tambomachay, sito archeologico Inca conosciuto come El Baño del Inca: si tratta di una serie di acquedotti, canali e cascate che si articolano lungo le rocce terrazzate. PucaPucara, rovine militari. Questo forte è composto da grosse mura, terrazze e scalinate e fu parte del sistema di difesa di Cusco, conosciuto come la Fortezza Rossa. Infine l’impressionante fortezza di Sacsayhuaman, strategicamente posizionata su una collina che domina la città. É famosa per le sue enormi pietre lavorate, alcune delle quali alte oltre 9 metri e pesanti oltre 350 tonnellate. Pomeriggio libero. Vi consigliamo di visitare i seguenti siti: palazzo dell’Inca “Hatun Cancha Rumi” dove potrete ammirare la famosa “Pietra dai dodici angoli”, un gigantesco blocco di granito con 12 angoli perfettamente incorniciati in un grande e famoso muro di pietra; la piazza principale e la maestosa cattedrale il mercato centrale e la Plaza de Armas e del quartiere bohemio di San Blas. Pernottamento a Cusco

9 giorno Pikillapta – Tipon – Ratchi
Dopo colazione partenza con guida privata parlante italiano per un’escursione a sud di Cuzco. Si visiterà il sito archeologico di Tipon lungo la strada che da Cuzco conduce a Puno. Il sito di Tipon  è uno dei siti più importanti del Perù, fu probabilmente utilizzato come laboratorio per coltivazione di prodotti agricoli a causa dei vari micro-climi presenti all’interno del complesso. Si possono ammirare e osservare le terrazze e un canale di irrigazione ancora integro. Al termine della visita si proseguirà per le rovine di Pikillapta risalenti al glorioso periodo dell’impero Wari-Tiahuanaco dei secoli VI e VII. Potrete ammirare un esempio di valente struttura urbanistica sviluppatasi in Perù ben prima dell’avvento degli Incas. Si visiterà anche la Andahuaylillas dove gli affreschi risalenti al XVII secolo, in ottimo stato di conservazione, valgono alla sua chiesa l’appellativo di “La Cappella Sistina del Perù”. La giornata di visita si chiuderà, ritornati a Cuzcco,  con una visita al tempio di Wiracocha, un’enorme struttura rettangolare a due piani.

10 giorno Saline di Maras – Chinchero – Morey  – Pisac – Aguas Calientes
Dopo colazione visita privata con guida parlante italiano alle saline di Maras dove il popolo Inca estraeva il sale, oggigiorno le saline sono ancora utilizzate dai locali. (il paesaggio intorno alle saline è affascinante). In seguito visiteremo il villaggio di Chichero situato nel centro del grande altopiano tra la valle di Cuzco e il fiumer Urubamba. Il tragitto per il villaggio offre un panorama spettacolare della Cordiliera del Urubamba.
A Chinchero visiterete il borgo, i resti archeologici e la bella chiesa che ha numerosi dipinti della Scuola di Cuzco. Si visiterà il centro agronomo di Moray e la Fortezza e il mercato di Pisaq. A Pisaq avrete modo di ammirare i vari artigiani al lavoro e praticare l’arte del baratto (ancora oggi fulcro nella vita di tutti i giorni in Perù)
La giornata si concluderà con la visita alla fortezza e cittadella di Ollantaytambo: la popolazione locale vive e lavora in questo antico edificio architettonico incaico. Nel tardo pomeriggio treno Ollantaytambo-Aguas Calientes. Arrivati trasferimento in hotel e pernottamento

11 giorno Visita di Machu Picchu – Cusco
Questo è il giorno in cui visiterete Machu Picchu. Molto è stato scritto su questo luogo unico ma viverlo di persona è memorabile. Alle 6 del mattino sarete all’entrata per vedere il sorgere del sole dalla cima di Inti Punku. Si tratta di un’esperienza fenomenale che rimane scolpita nelle memorie di tutti i viaggiatori che visitano Machu Picchu. Immerso tra le nuvole, l’ambiente è surreale e mentre il cielo si schiarisce, la nostra guida condividerà con voi i segreti e l’architettura della Città Perduta degli Inca. Nel pomeriggio dopo questa esperienza unica tornerete ad Aguas Calientes dove potrete godervi un meritato bagno rilassante nelle calde acque termali (opzionale). Sarà poi l’ora di riprendere il treno per Ollantaytambo e trasferimento privato a Cusco. Pernottamento in hotel /Posada

12 giorno Cuzco – Lima – Italia
Dopo colazione trasferimento in aeroporto per il volo interno in coincidenza con il volo internazionale.

I nostri viaggi sono sempre studiati su misura per individuali o piccoli gruppi. Possiamo personalizzare tutti i servizi.
Richiedici un preventivo.

 

 

 

 

 

 

Perù classico, Cammino Inca e Montagna dei Sette colori

 

 

1 giorno Italia – Lima
Arrivo all’aeroporto internazionale Jorge Chavez di Lima, dove un collaboratore  vi aspetterà  per il trasferimento in hotel a Lima.

2 giorno Lima – Paracas
Dopo colazione tempo libero per visitare una parte del centro di Lima in autonomia (visita guidata su richiesta). Nel primo pomeriggio partenza per  Paracas lungo la famosa Panamericana, sistemazione in hotel/posada.

3 giorno Le Isole Ballestas : “Le Galapagos Peruviane – Nazca
Dopo colazione, escursione alle spettacolari Isole Ballestas:
Si tratta di un vero e proprio Paradiso Terrestre per la fauna marina ed uccelli. Non a caso sono considerate le Galapagos Peruviane. Osserverete leoni di mare, booby (uccelli tropicali), pellicani, pinguini e altri volatili marini. Avvicinandovi alle isole, scorgeremo un geoglifo preistorico scolpito nella sabbia, il misterioso Candelabro (usato nell’antichità per guidare i navigatori). Visita dunque alla Riserva Naturale di Paracas.( visita privata con guida parlante italiano). Nel tardo pomeriggio partenza per Nazca in bus. Sistemazione in hotel.

4 giorno Nazca – Arequipa
Dopo colazione visita al Mirador delle Linee di Nazca. Dal Mirador ne vedrete solo una parte da  una prospettiva terrestre (opzionale il sorvolo delle linee di Nazca). In  seguito si visita l’Acquedotto di Cantalloc (tutte le visite con guida privata parlante italiano) Nel primo pomeriggio trasferimento al terminal del bus e viaggio in Bus Vip verso Arequipa  (pranzo a bordo e sandwich prima dell’arrivo). Accoglienza ad Arequipa e trasferimento in Hotel.

5 giorno  Arequipa La Blanca
Colazione in hotel. A seguire visita con guida privata del centro storico Patrimonio Unesco. Arequipa è l’ideale per acclimatarsi alle alte altitudini – sarete infatti a 2.400 metri sopra il livello del mare. Rimanere a quest’altitudine, prima di dirigersi verso le Ande è il modo migliore per poter affrontare le Ande senza complicazioni. Passeggiata nel centro storico di Arequipa (Patrimonio Unesco). Pernottamento in Hotel.

6 giorno   Le Ande e il Colca Canyon
Dopo colazione, presto  verso le 07:30, partenza  per il Colca Canyon: oggi si viaggia in minibus Mercedez con autista. Il Colca Canyon  (profondo 3.191 metri), il secondo canyon più profondo del mondo (il doppio del Gran Canyon degli Stati Uniti) Durante il viaggio (della durata di circa quattro ore) attraverseremo la Pampa Cañahuas nella Riserva Nazionale di Aguada Blanca, abitata da vigogne e alpaca. Vedremo anche laghi, uccelli dell’altopiano e branchi di alpaca. I panorami saranno mozzafiato, sia metaforicamente che fisicamente, per via dell’altitudine. Prima di scendere a Chivay (il capoluogo provinciale del canyon) passeremo uno dei punti più alti del nostro tour, a 4.830 metri sul livello del mare. Ci troveremo infatti al Mirador de los Vulcanes da cui si può ammirare la catena di vulcani che circonda Arequipa: Hualcahualca, Sabancalla e Ampato (tutti oltre i 6.000 metri di altezza)Sistemazione per la notte in un Lodge andino a Chivay o Yanque.

7 giorno Colca Canyon – Cruz del Condor – Puno e l’Altipiano
Dopo colazione vi dirigerete alla Cruz del Condor per poter ammirare i maestosi condor volare sopra i precipizi del canyon. Sulla via che porta al Lago Titicaca vi fermerete presso numerose popolazioni andine: Yanque, Achoma e Maca. A pranzo stop a Tequile per un buffet (pranzo incluso). Passeggiata pomeridiana a 4.000 metri. Si prosegue dunque verso Puno , questo viaggio offre meravigliosi paesaggi naturali, come le verdi steppe, particolari erosioni rocciose e il Chachani coperto di neve, nonché vigogne selvatiche, alpaca e lama. Proseguirete attraverso piccole cittadine e una bellissima laguna chiamata Lagunillas, dove potrete scorgere allevamenti di trote e, se siamo fortunati, i fenicotteri andini. Arrivo a Puno e sistemazione in hotel/posada 

7 giorno  Lago Titicaca – Isole Uros e Taquile
Dopo colazione, trasferimento al Porto di Puno dove inizierete l’escursione in barca. Con una superficie di 8.400 metri quadrati ad un’altezza di 3.810 metri, il Lago Titicaca è il più alto lago navigabile del mondo. Le sue profonde acque sono cristalline, il cielo è di un blu intenso e gli splendenti raggi d’alta quota inondano l’altopiano: è un’atmosfera magica! Primo stop sono le Isole Uros. Questa cinquantina di isole galleggianti sono costruite usando strati di totora (canne) che crescono sul lago.  Proseguimento per Taquile dove ci sarà pranzo incluso e possibilità di passeggiare. Abitata da migliaia di anni, qui gli isolani (che parlano Quechua) vivono praticamente al di fuori del mondo moderno. La guida vi racconterà qualche divertente aneddoto circa l’uso di diverse cappelli e il loro significato sociale. I taquileños sono famosi per i loro filati pregiati. Nel 2005 “Taquile e la sua arte tessile” sono stati nominati “Capolavori del Patrimonio Orale ed Immateriale dell’Umanità” dall’UNESCO. Rientro a Puno.

8 giorno La strada di Manco Capac – Cusco
Questa giornata inizia all’alba,  Si parte con un Autobus panoramico per percorrere la “The Manco Capac’s Route” il fondatore di Cusco. Dall’arido Altiplano vedrete il panorama cambiare una volta attraversato il Passo della Raya. Da qui in avanti la lussureggiante Terra degli Incas vi darà il benvenuto. La prima tappa sarà Puakara, che sorge a 3.876 metri sul livello del mare. Città di vasai, Pukara è la culla di una delle prime civiltà del Perù meridionale (200 a.C. – 200 d.C.). Edifici piramidali caratterizzano questa città pre-ispanica. In tarda mattinata arriverete al passo montano de La Raya: il punto più alto che si trova a 4.310 metri di altezza. Qui avrete modo di scendere, respirare l’aria fresca e scattare foto ai lama ed alpaca al pascolo. Questo è il punto di congiunzione tra la cordigliera e l’inizio del Nodo del Vilcanota. Il sacro fiume omonimo degli Inca nasce proprio qui. Dopo questi paesaggi mozzafiato, pranzerete a Sicuani in un ristorante che ci offrirà un pasto a buffet (incluso). Continuerete poi per Raqchi e il “Tempio di Wiracocha”: una enorme struttura rettangolare a due piani che misura 92 x 25.5 metri. Questo tempio Inca è veramente imponente! L’ultima fermata sarà Andahuaylillas, considerata la “cappella Sistina del Perù”. Costruita tra il XVI e il XVII secolo, la chiesa fu opera dei gesuiti. Le sue pareti sono coperte da un grande numero di affreschi ed i soffitti da elementi decorativi. Il pezzo più pregiato è il dipinto intitolato “La Vergine dell’Assunzione”, della scuola di Cusco. Arrivo nella città imperiale di Cusco, dove pernotteremo.

9 giorno  Cammino Inca (2 giorni – percorso breve)
Il Cammino Inca di due giorni (percorso breve) è un’ottima soluzione per raggiungere il Machu Picchu a piedi senza intraprendere un’attività troppo impegnativa a livello fisico. Il percorso è adatto a tutte le persone che godono di buona salute, meglio se si è un po’ allenati, ma non comporta nessuna difficoltà tecnica. Serve un po’ di resistenza, anche a causa dell’elevata altitudine che rende tutto più faticoso, ma seguendo il proprio ritmo e senza fretta, si riesce a portare a termine il trekking senza particolari difficoltà. Il trekking non sarà individuale, sarà con un gruppetto di persone (non lo fanno solo per 2). Dopo colazione trasferimento in treno per Ollantaytambo. Il treno vi lascerà al km 104 dove la guida vi verrà incontro.
Ingresso ufficiale Inca Trail e inizio del trekking della durata di 4 ore  per raggiungere Winay Wayana (per sempre giovane), sito archeologico situato lungo il sentiero Inca  per raggiungere il Macchi Picchu. Pranzo al sacco, proseguimento verso la Porta del Sole per ammirare una delle più belle viste sul Maccu Picchu. Arrivo all’ingresso del Parco del Macchu Picchu per proseguire vero Aguas Calientes, pernottamento.

10 giorno Machu Picchu (2.430 metri)
Dopo colazione si parte in bus per il Santuario di Machu Picchu. Giornata dedicata alla scalata del Machu Picchu. In tardo pomeriggio rientro ad Aguas Calientes e  treno per Ollantaytambo.
Notte a Cusco

11 giorno  La città imperiale di Cusco e i siti Inca
Dopo colazione inizio delle visite con guida privata parlante italiano. Iniziere con la visita del “Tempio del Sole” Korikancha. Questo era il luogo di culto più importante ai tempi degli Inca. Gli spagnoli vi costruirono in cima il Convento di Santo Domingo. Si prosegue fuori città per visitare:

  • il centro cerimoniale di Kenko, considerato un luogo sacro dagli Inca.
  • Tambomachay, sito archeologico Inca conosciuto come El Baño del Inca: si tratta di una serie di acquedotti, canali e cascate che si articolano lungo le rocce terrazzate.
  • Puca Pucara, rovine militari. Questo forte è composto da grosse mura, terrazze e scalinate e fu parte del sistema di difesa di Cusco, conosciuto come la Fortezza Rossa.
  • Infine l’impressionante fortezza di Sacsayhuaman, strategicamente posizionata su una collina che domina la città. É famosa per le sue enormi pietre lavorate, alcune delle quali alte oltre 9 metri e pesanti oltre 350 tonnellate. Pomeriggio avrete un incontro con le guide di trekking per la montagna dei sette colori.

12 giorno   Vinincunca – Montagna dei Sette Colori
Partenza di buon ora (05:00 del mattino)  per Vinicunca , con stop per colazione in un ristorante locale. Per arrivare a Vinicunca, punto di partenza del Trekking si attraverseranno le Ande, Canyon colorati e profonde valli solcate da fiumi. Dopo un tragitto di 3 ore, fermata per la prima colazione in un ristorante tipico. Il viaggio pittoresco attraverserà canyon colorati, valli profonde e bellissimi fiumi. Arrivati al punto di partenza del trekking a Vinicunca, avrete tempo sufficiente per disfare i bagagli e riposare ammirando la vista sul Monte Ausangate. Dopo pranzo, inizierà la camminata e l’ascesa verso Pampakucho. Il percorso vi farà attraversare molti luoghi spettacolari ad alta quota circondati dai pastori locali, pampas lussureggianti e centinaia di alpaca. Qui inizia l’avventura delle Montagne Arcobaleno.
Dopo un pomeriggio stupendo, circondati da panorami mozzafiato, al tramonto del sole, passerete una serata rilassante con il resto del gruppo mentre sarà preparata la cena. Avrete la possibilità di osservare la luminosità delle costellazioni nel cielo. Pernottamento in tenda.

13 giorno Vinincunca – Montagna dei Sette Colori – Cusco
Vi aspetta una giornata meravigliosa sulle Montagne Arcobaleno o Montagna dai Sette Colori. Dopo il risveglio di prima mattina con una tazza di thè di coca, vi sarà servita un’abbondante colazione. Quindi inizierete l’ascesa finale alle Montagne Arcobaleno che durerà circa 3 ore. All’arrivo avrete la possibilità di immergervi nel panorama a 360 gradi ed esplorare la montagna. Avrete tempo di gustare la bellezza naturale di questo posto magico. Dopo aver esplorato la zona e scattato un po’ di foto, comincerete a riscendere verso Vinicunca. Dopo una breve sosta per pranzo, giungerete alla fine del percorso e salirete su un pullman per rientrare a Cusco. Pernottamento a Cusco.

14 giorno Cusco- Lima – Italia
Giornata di rientro in Italia, volo interno Cusco-Lima. Tutto in tempo per prendere la coincidenza.

I nostri viaggi sono sempre studiati su misura per individuali o piccoli gruppi. Possiamo personalizzare tutti i servizi.
Richiedici un preventivo

 

 

Itinerario classico

 

 

 

1 giorno Italia – Lima 
Arrivo all’aeroporto internazionale Jorge Chavez di Lima dove un collaboratore vi aspetterà per il trasferimento in hotel 

2 giorno Lima, la città dei Re – Paracas
Dopo colazione, incontro con una guida locale parlante italiano e partenza alla volta della scoperta di Lima. Visita privata. Lima Coloniale: Vista della Plaza San Martin, la Piazza principale e Cattedrale. Continueremo con la visita del convento e la chiesa di San Francesco: uno dei più grandi complessi monumentali di stampo coloniale. Qui visiteremo le catacombe. Lima Antica. Il
tour continua con la vista della Huaca Pucllana, sito archeoleogico del IV secolo d.C. e luogo sacro degli Inca. Muso Larco Herrera costruito sopra i resti di una piramide pre-colombiana del VII secolo, il museo espone la migliore e più ampia collezione di oro e argento pre-colombiani, assieme alla rinomata collezione di ceramiche erotiche.
Nel primo pomeriggio trasferimento alla stazione degli autobus e trasferimento a Paracas lungo la strada si osservano panorami mozzafiato della leggendaria Carretera Panamericana: paesaggi lunari delle pampas, dune del deserto, interrotta da valli fertili e con l’Oceano Pacifico sullo sfondo.
Sistemazione in hotel/posada

3 giorno Paracas – Nazca e Isola Ballestas
“Le Galapagos Peruviane”: Paracas Dopo colazione, escursione alle spettacolari Isole Ballestas: Si tratta di un vero e proprio Paradiso Terrestre per la fauna marina ed uccelli. Non a caso sono considerate le Galapagos Peruviane. Osserverete leoni di mare, booby (uccelli tropicali), pellicani, pinguini e altri volatili marini. Avvicinandoci alle isole, scorgeremo un geoglifo preistorico scolpito nella sabbia, il misterioso Candelabro (usato nell’antichità per guidare i navigatori). Visita dunque alla Riserva Naturale di Paracas . Spostamento a Nazca in bus, all’arrivo sistemazione in hotel/posada

4 giorno Nazca – Arequipa
Colazione in hotel. Dopo colazione si avrà la possibilità di sorvolare le famose linee di Nazca (Opzionale). In seguito si Si parte con la guida privata parlante italiano alla scoperta del cimitero di Chauchilla della cultura Nazca. Di seguito si visiterà il Museo Antonini, dove la guida parlerà delle Linee di Nazca e delle culture Paracas a Nazca. Visita al Mirador Metallico delle Linee e cimitero Chauchilla. Trasferimento al terminal del bus e viaggio in Bus Vip verso Arequipa (pranzo a bordo e sandwich prima dell’arrivo). Accoglienza ad Arequipa e trasferimento alla Maison du Soleil.

5 giorno Arequipa La Blanca
Colazione in hotel. Arequipa è l’ideale per acclimatarsi alle alte altitudini – sarete infatti a 2.400 metri sopra il livello del mare. Rimanere a quest’altitudine, prima di dirigersi verso le Ande è il modo migliore per poter affrontare le Ande senza complicazioni. Passeggiata nel centro storico di
Arequipa (Patrimonio Unesco). Ad Arequipa sarete ospiti a pranzo del nostro corrispondente (o dei suoi collaboratori) in un ristorante tipico della città. Nel pomeriggio visiteremo, sempre con guida locale parlante italiano, uno dei più importanti monumenti religiosi del Perù: il monastero di Santa
Catalina. Praticamente una cittadella, il monastero fu fondato nel 1580. In epoca coloniale fu usato per ricevere suore provenienti dalle più ricche famiglie spagnole. Pernottamento in hotel/Posada

6 giorno Le Ande e il Colca Canyon
Colazione presto al mattino e partenza alla volta del Colca Canyon (profondo 3.191 metri). il secondo canyon più profondo del mondo (il doppio del Gran
Canyon degli Stati Uniti). Il viaggio da Arequipa in poi continua con mezzo privato e autista dedicato. Durante il viaggio (della durata di circa quattro ore) attraverseremo la Pampa Cañahuas nella Riserva Nazionale di Aguada Blanca, abitata da vigogne e alpaca. Vedremo anche laghi, uccelli dell’altopiano e branchi di alpaca. I panorami saranno mozzafiato, sia metaforicamente che
fisicamente, per via dell’altitudine. Prima di scendere a Chivay (il capoluogo provinciale del canyon) passeremo uno dei punti più alti del nostro tour, a 4.830 metri sul livello del mare. Ci troveremo infatti al Mirador de los Vulcanes da cui si può ammirare la catena di vulcani che circonda Arequipa: Hualcahualca, Sabancalla e Ampato (tutti oltre i 6.000 metri di altezza). A
Chivay avrete modo di gustare la cucina andina: quinoa, alpaca e mazamorra. Pranzo buffet a Chivay (incluso). Si prosegue dunque per Yanque dove pernotterete prezzo il Pozo del Cielo.

7 giorno Colca Cayon – Puno e l’Altipiano
Dopo colazione vi dirigerete alla Cruz del Condor per poter ammirare i maestosi condor volare sopra i precipizi del canyon. Sulla via che porta al Lago Titicaca vi fermerete presso numerose popolazioni andine: Achoma e Maca. A pranzo stop a Chivay per un buffet (pranzo incluso). Il viaggio per Puno offre meravigliosi paesaggi naturali, come le verdi steppe, particolari erosioni
rocciose e il Chachani coperto di neve, nonché vigogne selvatiche, alpaca e lama. Proseguirete attraverso piccole cittadine e una bellissima laguna chiamata Lagunillas, dove potrete scorgere allevamenti di trote e, se siamo fortunati, i fenicotteri andini. Attraverserete poi Juliaca, un importante centro commerciale tra il Perù e la Bolivia, per arrivare a Puno, dove alloggerete presso l’hotel/posada

8 giorno Lago Titicaca – Isole Uros e Taquile
Dopo colazione, trasferimento al Porto di Puno dove inizierete l’escursione in barca verso l’Isola Taquile. Le sue profonde acque sono
cristalline, il cielo è di un blu intenso e gli splendenti raggi d’alta quota inondano l’altopiano: è un’atmosfera magica! Primo stop sono le Isole Uros. Questa cinquantina di isole galleggianti sono costruite usando strati di totora (canne) che crescono sul lago. Oggi i discendenti delle tribù Uros,
che scapparono prima dell’arrivo dei Collas e degli Inca, si sono mescolati con gli Aymara e parlano la loro lingua. Proseguiamo per Taquile, dove pranzerete in un ristorante tipico dell’isola (pranzo incluso). Abitata da migliaia di anni, qui gli isolani (che parlano Quechua) vivono praticamente al di fuori del mondo moderno. La guida vi racconterà qualche divertente aneddoto circa l’uso di diverse cappelli e il loro significato sociale. I taquileños sono famosi per i loro filati pregiati. Interessante il fatto che il lavoro a maglia è un’attività esclusivamente maschile, che comincia dall’età di otto anni. Le donne (e solo ed esclusivamente loro) si occupano dei filati e
della tessitura. Nel 2005 “Taquile e la sua arte tessile” sono stati nominati “Capolavori del Patrimonio Orale ed Immateriale dell’Umanità” dall’UNESCO. Dopo pranzo e una passeggiata rilassante sulle colline dell’altopiano, salpiamo alla volta di Puno. pernottamento in hotel/posada

9 giorno La Ruta del Sol – Cusco
Questa giornata sarà ricca di escursioni che ci porterà alla città imperiale di Cusco. Dall’arido Altiplano vedrete il panorama cambiare una volta attraversato il Passo della Raya. Da qui in avanti la lussureggiante Terra degli Incas vi darà il benvenuto. Durante il tragitto (a bordo di un bus
panoramico), la prima tappa sarà Puakara, che sorge a 3.876 metri sul livello del mare. Città di vasai, Pukara è la culla di una delle prime civiltà del Perù meridionale (200 a.C. – 200 d.C.). Questa cultura di lingua Aymara fiorì nella regione dell’altopiano di Collao nell’area del Lago Titicaca. Edifici piramidali caratterizzano questa città pre-ispanica. Visiterete il Museo Litico della
città. In tarda mattinata arriverete al passo montano de La Raya: il punto più alto che si trova a 4.310 metri di altezza. Qui avrete modo di scendere, respirare l’aria fresca e scattare foto ai lamaed alpaca al pascolo. Questo è il punto di congiunzione tra la cordigliera e l’inizio del Nodo del
Vilcanota. Il sacro fiume omonimo degli Inca nasce proprio qui. Dopo questi paesaggi mozzafiato, pranzerete a Sicuani in un ristorante che ci offrirà un pasto a buffet (incluso). Continuerete poi per Raqchi e il “Tempio di Wiracocha”: una enorme struttura rettangolare a due piani che misura 92 x
25.5 metri. Questo tempio Inca è veramente imponente! L’ultima fermata sarà Andahuaylillas, considerata la “cappella Sistina del Perù”. Costruita tra il XVI e il XVII secolo, la chiesa fu opera dei
gesuiti. Le sue pareti sono coperte da un grande numero di affreschi ed i soffitti da elementi decorativi. Il pezzo più pregiato è il dipinto intitolato “La Vergine dell’Assunzione”, della scuola di Cusco. Arrivo nella città imperiale di Cusco, dove pernotteremo presso all’Amaru Colonial.

10 giorno Valle Sacra degli Inca
Dopo colazione, inizierete l’escursione (privata) nella valle Urubamba, “la Valle Sacra degli Inca”, la mattina presto. La prima sosta saranno le Rovine di Pisaq che giacciono sulla cima di una collina all’imboccatura della valle. Queste rovine sono separate lungo il crinale in quattro gruppi: Pisaqa, Intihuatana, Q’llaqasa e Kinchiracay. Visiterete poi il pittoresco mercato di Pisaq dove
avrete l’opportunità di osservare vari artigiani al lavoro e praticare l’arte del baratto, ancora oggi fulcro nella vita di tutti i giorni del Perù. Visita in seguito delle splendide Saline di Maras. Si prosegue poi per Urubamba, la città, dove un delizioso pranzo buffet vi attende (incluso).
Dopodiché continuerete lungo la strada panoramica verso la fortezza e la cittadella di Ollantaytambo – il migliore esempio ancora esistente di pianificazione urbana degli Inca. Ollantaytambo é una città la cui atmosfera vi porterá indietro nel tempo, i terrazzamenti agricoli che la circondano sono suggestivi, così come il panorama della valle che da qui si gode. Queste furono
le ultime zone in cui gli Inca edificarono prima dell’avvento degli spagnoli. Nel tardo pomeriggio treno per Aguas Calientes : la guida vi lascerà in stazione e l’altra guida parlante italiano vi accoglierà ad Aguas Calientes. Pernottamento ad Aguas Calientes in hotel.

11 giorno Visita di Machu Picchu
Cusco Questo è il giorno in cui visiterete Machu Picchu. Molto è stato scritto su questo luogo unico ma viverlo di persona è memorabile. Alle 6 del mattino sarete all’entrata per vedere il sorgere del sole dalla cima di Inti Punku. Si tratta di un’esperienza fenomenale che rimane scolpita nelle
memorie di tutti i viaggiatori che visitano Machu Picchu. Immerso tra le nuvole, l’ambiente è surreale e mentre il cielo si schiarisce, la nostra guida condividerà con voi i segreti e l’architettura della Città Perduta degli Inca. Coloro che desiderano scalare il Huayna Picchu (opzionale) non
saranno delusi in quanto i loro sforzi saranno ripagati da una spettacolare vista su Machu Picchu. Nel pomeriggio dopo questa esperienza unica tornerete ad Aguas Calientes dove potrete godervi un meritato bagno rilassante nelle calde acque termali (opzionale). Sarà poi l’ora di riprendere il treno per Ollantaytambo e trasferimento privato a Cusco. Pernottamento in Hotel /posada

12 giorno Cusco – Lima- Italia
Trasferimento all’aeroporto per il volo interno Cusco-Lima in connessione con il volo internazionale in partenza da Lima .

I nostri viaggi sono sempre studiati su misura per individuali o piccoli gruppi. Possiamo personalizzare tutti i servizi.
Richiedici un preventivo.

 

Il Rajasthan, Khajuraho e Varanasi

 

 

 

1 giorno Italia – Delhi
Partenza dall’Italia con volo per Delhi. Al vostro arrivo a Delhi il nostro collaboratore verrà ad accogliervi ed ad accompagnarvi in hotel. Nel pomeriggio visita al Bangla Sahib Gurudwara, tempio Sikh e del Raj Ghat, luogo dove fu cremato il Mahatma Gandhi. Pernottamento in Hotel.

2 giorno Delhi 
Dopo colazione in hotel, inizio delle visite della Old Delhi (Shahajahanabad), il Forte Rosso, La Moschea del venerdì “Jama Masjid” con un emozionante giretto sul risciò a pedali nelle strette ed affollate stradine della Vecchia Delhi. Nel pomeriggio visita a New Delhi con i suoi monumenti più importanti : i palazzi governativi dell’epoca colonie davanti al India Gate, il Mausoleo dell’imperatore Humayun ed il complesso di Qutub Minar. Pernottamento.

3 giorno Delhi – Udaipur
Dopo colazione con comodo trasferimento all’aeroporto per il volo per Udaipur, la “Città Bianca”, la più romantica città del Rajasthan. Arrivo e trasferimento in hotel. Nel pomeriggio escursione ad Eklingji per la visita del sito. Ritorno ad Udaipur. Pernottamento ad Udaipur.

4 giorno Udaipur
Colazione in Hotel e visita della “Città Bianca” o “dell’aurora” con il City-Palace (ancora residenza del Maharajà) ed il suo museo, il Sahelion Ki Bari che all’epoca era il giardino dell’Harem. Nel pomeriggio escursione ad . Nel pomeriggio escursione in barca sul Lago Pichola per la visita al tempio Jag Mandir. Pernottamento in hotel.

5 giorno Udaipur – Ranakpur – Jodhpur (270 km. 7 ore circa)
Dopo colazione partenza per Jodhpur, la “Città Blu”, colore delle sue case. Sosta per la visita dei templi Jainisti a Ranakpur, veramente un capolavoro di intarsio nel marmo da parte degli artigiani del tempo. Arrivo e visita dell’imponente e meraviglioso Forte Mehrangarh. Pernottamento ad Jodhpur.

6 giorno Jodhpur – Pushkar  (214 km. 4 ore e 1/2 circa)
Dopo colazione partenza per Pushkar, famosa cittadina del Rajasthan, nota soprattutto per la sua “fiera dei cammelli”, che si tiene nel mese di novembre ma anche per essere una delle città sante dell’India. Arrivo e visita al Ghat del lago sacro per la puja. Pernottamento in hotel.

7 giorno Pushkar – Jaipur  (180 km. 3 ore circa)
Colazione in Hotel e visita della città santa che ospita l’unico tempio dedicato al Dio Brahma di tutta l’India. In seguito, trasferimento a Jaipur, la “Città Rosa”. Arrivo a Jaipur, pernottamento in hotel.

8 giorno Jaipur 
Colazione in hotel e subito visita al Forte Amber, a 11 km. da Jaipur, imponente fortezza della civiltà Rajput. Per superare l’ultimo tratto di salita al forte si monta a dorso di placidi elefanti quasi per rievocare le antiche gesta dei Maharajà. All’interno delle mura si visitano palazzi e padiglioni di raffinata bellezza ed il piccolo ma prezioso tempio della Dea Kali. Nel pomeriggio visita della città, capitale del Rajasthan, la “città rosa”, tra le più belle e pittoresche dell’India. Visita al famoso e raffigurato in tutte le cartoline Hawa Mahal o il palazzo dei venti ed il palazzo del Maharaja (City Palace), in gran parte convertito in museo e l’Osservatorio Astronomico (Jantar Mantar). Pernottamento.

9 giorno Jaipur – Fatehpur Sikri – Agra  (232 km. 5 ore circa)
Dopo colazione trasferimento ad Agra, sostando a Fatehpur Sikri per la visita della capitale deserta del XVI secolo, abbandonata dopo soli 14 anni della sua edificazione, con bellissimi palazzi in arenaria rossa. Arrivo ad Agra e sistemazione all’hotel, pomeriggio è dedicato alla visita di Taj Mahal, Taj Mahal, nominato la prima meraviglia del mondo, raggiungibile in calesse, chiamato “Tonga”. Pernottamento in Hotel.

10 giorno Agra – Orcha – Khajuraho 
Colazione presto e partenza alle 8.00 con il treno per Orcha. Visita dell’antica e tranquilla cittadina ed in particolare del Jehangir Mahal, palazzo fatto costruire nel 1606, in occasione della visita dell’imperatore Jehangir per ospitarlo e di alcuni interessanti templi. Nel pomeriggio proseguimento per Khajuraho. Arrivo e pernottamento in Hotel. 

11 giorno  Khajuraho- Varanasi
Dopo la colazione, visita dei famosi templi capolavoro dell’ architettura sacra indiana: quelli Occidentali (costruiti a Ovest) Induisti, noti per le raffigurazioni erotiche e quelli Orientali (a Est) Jainisti.  Volo per Varanasi. All’arrivo a Varanasi, direttamente visita del sito archeologico di Sarnath, luogo della prima predicazione del Buddha. Visita al Ghat ad assistere ala Puja serale, la preghiera serale. Pernottamento in hotel.

12 giorno Varanasi – Delhi 
Sveglia prima dell’alba per poter prendere l’escursione in barca sul fiume Gange per assistere ai rituali di purificazione ed alle offerte dei pellegrini al sorgere del sole. Visita a piedi della città antica con sosta al Tempio d’Oro ed alla Moschea di Aurangzeb. Rientro per la prima colazione. Verso mezzogiorno trasferimento all’aeroporto e volo per Delhi. Arrivo a Delhi e trasferimento all’hotel. Pernottamento.

13 giorno – Delhi – Italia 
Dopo la prima  colazione e trasferimento all’aeroporto internazionale per il volo di rientro.

I nostri viaggi sono sempre studiati su misura per individuali o piccoli gruppi. Possiamo personalizzare tutti i servizi.
Richiedici un preventivo.

Trekking in Uttarakhand, il Rajasthan e le isole Andamane

 

 

 

1 giorno Italia – Delhi
Arrivo in aeroporto, accoglienza da parte del corrispondente e trasferimento in hotel. Giornata libera a Delhi e pernottamento .

2 giorno Delhi – Haridwar in treno – Rishikesh
Treno da Delhi (generalmente di prima mattina).
Arrivo alla stazione ferroviaria di Haridwar  in tarda mattinata e trasferimento a Rishikesh, check  in Hotel e più tardi visita a Laxman Jhula e Ramjhula (Ashrmas e templi) alla sera si può assistere alla cerimonia del Ganga Aarti (in ottobre)  che è una cerimonia religiosa che si celebra al tramonto. Notte in Hotel 

3 giorno INIZIO DEL TREKKING
Da Rishikesh a Ghat  : 9‐10 ore di cammino
Presto al mattino si parte pe Chefna (punto di partenza del trekking) passando per Nandaprayag (colazione lungo la strada) e Ghat. Durata del trasferimento 10 ore (includendo il break per il pranzo) Notte in campeggio.

4 giorno da  Chefna a Ghuni : 3‐4 di cammino
Dopo la prima colazione inizia il trekking. Una bella passeggiata lungo il fiume, seguita da una salita attraverso i boschi di conifere e boschi misti. La passeggiata da un crinale boscoso ci porta ad un villaggio ( a 2.550 metri) che si chiama RAMNI. Questo è un tipico villaggio Garhwal con case dai pesanti tetti di ardesia e piccole viuzze, campi coltivati, ha anche un

5 giorno : Trekking  Semkherk Meadow. (2,600m approx.) 5‐6 ore circa
Tragitto un po’ più lungo ma gratificante. Dal campo tendato si inizia subito salendo di 300 metri fino a sbucare su ampi pascoli erbosi. Picchi di neve iniziano ad emergere sulla foresta a nord. Il percorso continua attraverso boschi di rododendri, boschi e querce attraversando pascoli estivi dei pastori indiani. Si possono incontrare greggi. Il punto più alto raggiungibile in circa 3 ore dal campo è 3.064 metri: Il passo Ramni chiamato anche Paso Binayak. Da questo punto si può vedere il Passo Kauri (che si farà l’ottavo giorno). In quest’area si può anche scorgere il Fagiano Monal Policroma, ma tende a nascondersi perché la gente del posto lo caccia per mangiarlo. Il trekking continua poi attraverso altre pittoresche foreste di ippocastani e noci. Ultimo pezzo della giornata in discesa verso il campo tendato di Semkrek

6 giorno Trek per Kaliaghat  (2700m approx.)6 ore
La giornata inizia con una discesa verso il variopinto villaggio di Jhinjhi, il sentiero prosegue attraverso i boschi fino allo spettacolare ponte sospeso attraverso la gola di Birehi ( 1.840 metri), abitato e frequentato da un gran numero di scimmie. Da qui si sale, una mezz’oretta di ripido fino a 2.250 metri, da qui poi il sentiero è piuttosto pianeggiante, si incontrano numerosi corsi d’acqua e cascate e gole profonde. Se si guarda già dalle gole /gorge si vede ancora la frana e il lago del Gange, il lago straripò nel 1898 fino a inondare l’intera valle del Gange. Il percorso fa (più o meno) un ferro di cavallo tra cascate e gole, fino a raggiungere un ultima salita e il campeggio vicino al villaggio di Pana

7 giorno Trekking Dhakauni Via Sartoli (3353m approx.) – 5‐6 ore
Un’altra lunga ma spettacolare giornata: il percorso attraversa il villaggio e inizia subito una ripida salita a zig zag nel bosco di rododendri. Si tratta comunque di una larga strada ben tenuta e dopo aver raggiunto alcune piccole cime si raggiungon i 3.000 metri. Da qui poi il sentiero scende dolcemente attraversando valli con vista su tutta la Kuari Pass. Il sentiero costeggia tutta la valle, attraversando diversi corsi d’acqua. Alla fine si vedrà che il fiume scende dritto per una ripidissima gola rocciosa. Dal fiume si inizia a salire una ripida salita di circa 900 metri fino ad attraversare un torrente di grandi dimensioni. Ultimo tratto di salita porta al di sopra dei boschi ai pascoli usati durante l’estate, sovrastati dal passo del Kuari. Notte in tenda.

7 giorno Trekking attraverso il passo del Kuari (KUARI KHAL) (3,658m) fino al  Tali or Khulara (3,400m). 3‐4 hours fino al  Khulara e  5‐6 ore per Tali.
Lunga giornata dove si consigliano molte pause per godere della vista spettacolare. L’obiettivo è attraversare il passo per potere beneficiare di un’alba spettacolare il giorno seguente. La salita è a zig-zag fino al passo si effettua un passaggio in alto lungo la cresta, dopo il tempio di Shiva prima di scendere al campo di Khulara,nome dato ad una radura di rododendri a circa mezz’ora dal santuario di Shiva. Qui si consiglia e si cerca di passare la notte al campeggio Tali per aver il mattino dopo vista spettacolare sul Nanda Devi. Oppure altra opzione è scendere più in basso al campeggio di Khulara

8 giorno : Giorno di riposo o escursione facoltativa al Pangarchulli Peak (5000m)
Consigliato alzarsi all’alba per tornare sul passo per vedere alba spettacolare su Himalaya (se si dorme a Khulara). Se si campeggia a Tali si può andare al Gorson Top ad ammirare una vista ancor più stupenda sempre sull’ Himalaya e sullo splendido arco di montagne: Kamet, Nilkanth (7,141m) Dunagiri (7,067m/) and Changabang (6,864m), e non ultimo il  Nanda Devi cjhe è visibile se si cammina lungo il crinale per un po’.

9 giorno : Trekking a Auli /Tapovan. (2,500m/), Passaggio in macchina per  JOSHIMATH.
Molti dei trekking estivi finiscono ad Auli e in tarda primavera e tardo autunno si finisce a Tapovan per il ghiaccio che si incontra sul cammino. Si tratta di un 3 -4 ore per ambedue i posti. Arrivati in uno dei due posti la macchina con autista aspetta per andare a Joshimath, famoso perché è il luogo dove Adiguru Shankaracharya ebbe l’illuminazione prima di iniziare la sua campagna di unificazione dell’India. C’è un tempio chiamato Na Singh dove c’è la statua di Na Singh legata ad una leggenda: quando si romperà il braccio di Na Singh la strada per Badrinath sarà finalmente liberata . (il braccio si riduce ogni anno).Joshimath è il centro della scena sciistica indiana. Notte in hotel.

10 giorno : In macchina verso  Rishikesh .
Trasferimento a Rishikesh. Giornata libera Pernottamento in Hotel.

11 giorno : Rishikesh – Haridwar – Treno per Delhi
Dopo colazione partenza per Haridwar luogo sacro nello stato di Uttaranchal. Lo consigliano perché è un luogo dove si conserva ancora la ricca cultura dell’India antica, con il fiume sacro Gange che la attaversa. Rinomata per farmaci a base di erbe e gli Istituti di Gurukul.
Visita il tempio di Mansa Devi Mandir dove riposa la statuta della Dea Mansa Devi con tre bocche e cinque braccia, si gode anche di bella vista sulla città in quanto il tempio è sopra una collina. Se si vuole si può ancora assistere al tramonto al Ganga Aarti al Har-Ki-Paudi e poi treno notturno per Delhi , pernottamento a bordo.

12 giorno : Delhi
Al vostro arrivo alla stazione di  Delhi il collaboratore locale verrà ad accogliervi ed ad accompagnarvi in hotel, lasciato i bagagli in hotel, inizio delle visite della Old Delhi (Shahajahanabad), il Forte Rosso, La Moschea del venerdì “Jama Masjid” con un emozionante giretto sul risciò a pedali nelle strette ed affollate stradine della Vecchia Delhi. Di seguito visita a New Delhi con i suoi monumenti più importanti : i palazzi governativi dell’epoca colonie davanti al India Gate, il Mausoleo dell’imperatore Humayun ed il complesso di Qutub Minar. Pernottamento.

13 giorno  Delhi – Agra (265 km. 4 ore circa)
Dopo colazione partenza con l’ autista per Agra . Arrivo e checkin all’hotel. Nel pomeriggio visita del Forte di Agra, antica residenza imperiale dell’imperatore Moghul e del mercato locale. Pernottamento.

14 giorno Agra – Fatehpur Sikri – Pushkar  (350 km. 7.30 ore circa)
Dopo colazione, visita del Taj Mahal, nominato la prima meraviglia del mondo e raggiungibile in calesse, chiamato “Tonga”. Di seguito trasferimento  partenza per Pushkar, famosa cittadina del Rajasthan, nota soprattutto per la sua “fiera dei cammelli”, che si tiene nel mese di novembre ma anche per essere una delle città sante dell’India. Sosta per la visita a Fatehpur Sikri per la visita della capitale deserta del XVI secolo, abbandonata dopo soli 14 anni della sua edificazione, con bellissimi palazzi in arenaria rossa. Arrivo a Pushkar e checkin all’hotel. Pernottamento in Hotel.

15 giorno  Pushkar – Jaipur (180 km. 3 ore circa)
Colazione in Hotel e visita della città santa che ospita l’unico tempio dedicato al Dio Brahma di tutta l’India. In seguito, trasferimento a Jaipur, la “Città Rosa”. Arrivo a Jaipur, pernottamento in hotel.

16 giorno Jaipur
Colazione in hotel e subito visita al Forte Amber, a 11 km. da Jaipur, imponente fortezza della civiltà Rajput. Per superare l’ultimo tratto di salita al forte si monta a dorso di placidi elefanti quasi per rievocare le antiche gesta dei Maharajà. All’interno delle mura si visitano palazzi e padiglioni di raffinata bellezza ed il piccolo ma prezioso tempio della Dea Kali. Nel pomeriggio visita della città, capitale del Rajasthan, la “città rosa”, tra le più belle e pittoresche dell’India. Visita al famoso e raffigurato in tutte le cartoline Hawa Mahal o il palazzo dei venti ed il palazzo del Maharaja ( City Palace ), in gran parte convertito in museo e l’Osservatorio Astronomico (Jantar Mantar). Pernottamento.

17 giorno Jaipur – Samode – Delhi (265 km. 6 ore circa)
Dopo colazione partenza per Samode. Arrivo e visita del pittoresco villaggio e dello splendido palazzo di Samode. Nel pomeriggio proseguimento del viaggio per Delhi. Arrivo e sistemazione in Hotel. Pernottamento.

18 giorno Delhi – Port Blair (volo interno)
Dopo colazione trasferimento in aeroporto in tempo per il volo interno per
Port Blair. All’arrivo a Port Blair trasferimento in hotel. Notte a Port Blair, capoluogo del distretto delle Andamane Meridionali.

18-24 giorno Isole Andamane
6 notti da trascorrere in una delle meravigliose isole Andamane da raggiungere in traghetto da Port Blair.
Consigliamo tra le tante l’isola di Havelock, il Times l’ha definito il paradiso
delle isole Andamane, è anche da dire che è l’unica ad esser attrezzata per 
il turismo occidentale, se si desidera un altro tipo di sistemazione  saremo lieti
di consigliare altre soluzione nell’arcipelago.

I nostri viaggi sono sempre studiati su misura per individuali o piccoli gruppi. Possiamo personalizzare tutti i servizi.
Richiedici un preventivo.

 

 

Rajasthan e Holi Festival

 

 

 

 

L’Holi Festival cade generalmente nel mese di marzo.
Il prossimo anno: mercoledì 20 marzo 2019

1 giorno  Italia – Delhi
Partenza dall’Italia con volo per Delhi.
Al vostro arrivo a Delhi un collaboratore del nostro Carlo di Delhi verrà ad accogliervi ed ad accompagnarvi in hotel, riposo.

2 giorno  Delhi
Si stabilisce l’ora di incontro al mattino (si può fare verso le 10:30 // 11:00 visto l’ora di arrivo a Delhi è generalmente nel cuore della notte) Dopo colazione in hotel, in tarda mattinata, incontro con la guida parlante italiano e inizio delle visite della Old Delhi (Shahajahanabad), il Forte Rosso, La Moschea del venerdì “Jama Masjid” con un emozionante giretto sul risciò a pedali nelle strette ed affollate stradine della Vecchia Delhi. Di seguito visita a New Delhi con i suoi monumenti più importanti : i palazzi governativi dell’epoca colonie davanti al India Gate, il Mausoleo dell’imperatore Humayun ed il complesso di Qutub Minar.

3 giorno Delhi – Jaipur  (240 km. 5 ore circa)
Colazione in Hotel e molto presto la mattina, trasferimento in auto privata  a Jaipur, la “Città Rosa”. Arrivo a Jaipur. Subito Visita al famoso e raffigurato in tutte le cartoline Hawa Mahal o il palazzo dei venti ed il palazzo del Maharaja (City Palace), in gran parte convertito in museo e l’Osservatorio Astronomico (Jantar Mantar). Poi ci trasferiremo nel cuore della città per assistere alla parata del Festival degli Elefanti, dove tutti questi pachidermi vengono regalmente adornati e colorati.

4 giorno Jaipur
Colazione in hotel e nella giornata delll’ HOLI (Festival dei Colori), che si festeggia per tutte le strade della città. Verso le 10:00 assisteremo a Khasa Koti il programma della Festa fino le 13.00. Dopo ritorno e breve riposo in hotel, nel secondo pomeriggio visita al Tempio delle Scimmie (Galtaji) e il Tempio Birla Mandir.

5 giorno  Jaipur – Jodhpur (270 km. 5 ore circa)
Colazione in hotel e partenza per Jodhpur. Situata a sud di Jaisalmer,  la “Città Blu” è una bizzarra cittadina di case colorate, bianche, azzurre, la cui storia risale alla metà del XV secolo. Arrivo a Jodhpur e visita dell’imponente e meraviglioso Forte Mehrangarh e del colorato mercato delle spezie nella città vecchia.

6 giorno  Jodhpur – Pushkar (160 km. 4 ore circa)
Dopo colazione partenza per Pushkar, famosa cittadina del Rajasthan, nota soprattutto per la sua “fiera dei cammelli”, che si tiene nel mese di novembre ma anche per essere una delle città sante dell’India. Arrivo e visita del lago Sacro e della città santa che ospita l’unico tempio dedicato a Brahma del Nord India.

7 giorno Pushkar – Fatehpur Sikri SI- Agra (335 km. 7 ore circa)
Colazione in Hotel e trasferimento ad Agra, sostando a Fatehpur Sikri per la visita della capitale deserta del XVI secolo, abbandonata dopo soli 14 anni della sua edificazione, con bellissimi palazzi in arenaria rossa. Arrivo ad Agra e visita del Taj Mahal, Taj Mahal, nominato la prima meraviglia del mondo, raggiungibile in calesse, chiamato “Tonga”.

8 giorno Agra –Delhi  (215 km. 4 ore circa)
Dopo colazione in mattinata visita del Forte di Agra, antica residenza imperiale dell’imperatore Moghul Shah Jahan e della della Tomba di Akbar a Sikandra. Nel pomeriggio partenza per Delhi. Arrivo a Delhi e trasferimento all’hotel. Cena e pernottamento presso l’hotel the Visaya 4**** stelle

9 giorno  Delhi – Italia

Al mattino molto presto, trasferimento all’aeroporto internazionale per la partenza con volo di ritorno per Italia.

I nostri viaggi sono sempre studiati su misura per individuali o piccoli gruppi. Possiamo personalizzare tutti i servizi.
Richiedici un preventivo.