Der Schwarzwald – La Foresta Nera

[googlemaps https://www.google.com/maps/d/u/1/embed?mid=10E9hpW6CDN9wIHVL1hxMQ7ZDrQnWEpkq&w=640&h=480]

Giorno 1: (450 km di cui 230 km c.ca in AUTOSTRADA) Partendo da Cuneo, procederemo in autostrada sino ad Aosta e di qui inizieremo la salita al Colle del Gran San Bernardo con discesa a Martigny. Proseguendo verso Nord, costeggeremo per un breve tratto il Lago Lemano sulla riva opposta a Ginevra. Quindi, girando intorno al piccolo Lago di Murten, raggiungeremo quello ben più maestoso di Neuchâtel e l’omonima Città, dove pernotteremo.

Giorno 2: (400 km c.ca) Da Neuchâtel inizieremo un percorso che, in un continuo saliscendi, attraverserà tre Parchi Naturali, appagando gli occhi con quanto di meglio la natura di questi luoghi possa offrire. Dalla Valle del Doubs alla Cima del Großer Belchen nei Vosgi, per discendere a Colmar e di qui, entrando in Germania, l’ultimo tratto di autostrada (gratuita per le moto) ci condurrà tra le dolci colline della parte settentrionale della Foresta Nera e alla più nota località termale della Germania: Baden-Baden, dove la presenza di rovine delle Terme romane ne testimonia l’antichissima storia. Qui ci fermeremo a dormire.

Giorno 3: (220 km c.ca) La Foresta Nera è punteggiata di quelli che vengono definiti “paesi-cartolina”, le cui strade brulicano di Fachwerkhäuser, le case a graticcio, che conferiscono loro un’immagine romantica, d’altri tempi. La giornata si propone, con un ampio anello, di portarci a vederne alcuni tra i più belli.

Giorno 4: (170 km c.ca) Lasciata Baden-Baden, discenderemo lungo una strada panoramica il Parco Nazionale della Foresta Nera, in un’area ricchissima di acqua e cascate, per scoprire uno dei villaggi che meglio conservano i tratti tipici dello spirito teutonico: il borgo medievale di Gegenbach. Di qui procederemo alla volta di Friburgo in Brisgovia, dove ci fermeremo per tre notti.

Giorno 5: (180 km c.ca) La giornata sarà dedicata alla Uhrenstraße, la strada degli orologi a cucù. Toccheremo Waldkirch, Hornberg ( con il suo Orologio gigante), e percorreremo poi un ampio arco che ci porterà a Villingen-Schwenningen, al Deutsche Uhrenmuseum (Museo dell’Orologio) e quindi a St. Märgen. Concluderemo percorrendo la panoramica Talstraße e la zona viticola del Glottertal per rientrare a Friburgo.

Giorno 6: (280 km c.ca) Percorreremo il Giro dei laghi: dalle Cascate Todtnau saliremo al Passo Feldberg; costeggeremo il Lago Titisee e arriveremo alla Donauquelle (Sorgente del Danubio); attraverseremo la Gola di Wutach per giungere al Lago Schluchsee; proseguiremo per il Villaggio di Todtmoos, godendo del panorama dal Monte Hochblauen, per poi ridiscendere a Friburgo.

Giorno 7: (550 km c.ca) Inizia il rientro… Lasciata Friburgo ci dirigeremo a Mullhouse, quindi ci adddentreremo nel Massiccio del Giura per raggiungere Baume-les-Messieurs, villaggio classificato come uno dei più belli di Francia, incastonato tra le scogliere nella cavità di una delle rientranze dell’altopiano calcareo. Di qui raggiungeremo il Lago Vouglans e, costeggiando il corso del Fiume Ain, raggiungeremo la splendida Bourg en Bresse, dove pernotteremo.

Giorno 8: (440 km c.ca) Seguendo un itinerario panoramico scenderemo al Lago del Bourget dove, a strapiombo, sorge l’Abbazia Reale di Hautecombe: qui sarà possibile visitare la chiesa in stile gotico trobadorico. Quindi muoveremo verso Chambery, da dove, chi lo vorrà, potrà imboccare l’autostrada che passa da Susa per arrivare a Cuneo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *