PORTOGALLO – dal Minho all Algarve

Esuberante e malinconico, con le sue mille sfumature e le influenze esotiche, dalle montagne all’oceano, il Portogallo vi sorprenderà.

Un viaggio tra i paesaggi incantevoli e la costa a picco sull’oceano, attraverso città romantiche che incantano i visitatori con la loro bellezza e la loro atmosfera antica e i piccoli villaggi dove il tempo sembra essersi fermato. Un itinerario tra castelli e cattedrali, villaggi di scisto, saline su palafitta e granai in pietra, terrazzamenti e vitigni. Un percorso che si snoda dal Minho – ove è nato il Regno del Portogallo e dove viene prodotto il “Vinho Verde” – con le sue valli fluviali, passando per Estremadura e Ribatejo, antiche province che conservano i segni delle battaglie contro mori e spagnoli. E ancora, viaggeremo lungo la Valle del Douro, con i suoi promontori di granito e le cantine vinicole e attraverseremo il Trás-os-Montes, l’angolo Nord-orientale del Portogallo dove la vita scorre a un ritmo dettato dalla natura aspra e selvaggia. Infine transiteremo nelle aride pianure dorate dell’Alentejo, con i dolci pendii coperti di vigneti, i borghi medievali, i paesini che brillano candidi e le città di marmo, le scogliere mozzafiato e le frastagliate baie dell’Algarve. Un viaggio spettacolare, che attraversa e interseca tutto il Portogallo.

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Annecy le Vieux

3 giorni / 2 notti Km totali: 850 c.ca

La “Piccola Venezia delle Alpi”, caratterizzata da canali d’acqua e antichi edifici in pietra che le sono valsi questo nomignolo.

Annecy da sola vale il viaggio: il “Palais de l’Ile”, che durante il XIX secolo fungeva da prigione; le stradine fiancheggiate da negozi e gallerie d’arte; il castello/museo, un tempo residenza dei Duchi di Ginevra, … Merita altre sì la pena fare qualche chilometro per ammirare i suoi dintorni: la “Réserve Naturelle du Bout-du-Lac”, il Castello di Menthon-Saint-Bernard, le “Gorges du Fier”…e molto, molto altro ancora…