Trekking in Sicilia da Erice a Castellammare del Golfo

 

 

Trekking da Erice a Castellammare del Golfo, alla scoperta di città storiche come Segesta e Scopello, ma anche delle attività che scompaiono: le tonnare, i pastori, e i molti mestieri che rimangono solo ormai nel presepe vivente di Custonaci. Sette giorni di cammino tra mare e monti, nel sorprendente clima della Sicilia, in questa stagione verde e fiorita e in un angolo dell’isola dove una
natura aspra e struggente è scenario delle testimonianze del passato, dalle grotte preistoriche ai templi e teatri greci, dalle tonnare alle città immutate da centinaia d’anni. È un’area dove si può fare trekking in tutte le stagioni: il clima è mite, il mare è sempre vicinissimo.
Un viaggio a piedi per conoscere quest’angolo estremo d’Italia non può che partire da Erice, di origini antichissime, racchiusa da mura elimo-puniche; poi si scende al mare: si cammina in vista di antiche tonnare, magnifiche calette dai ciottoli bianchi, torri saracene… E si conclude la giornata con cene a
base di pesce, nei ristoranti tipici. Sulla costa più selvaggia della Sicilia si attraversa anche l’incantevole Riserva Naturale dello Zingaro, un tratto di costa da S. Vito a Scopello senza strade, ma raggiungibile solo a piedi o dal mare. Si dorme in alberghetti, aziende agrituristiche e affittacamere.

1  giorno Trapani Aeroporto – Erice
Arrivo a Trapani con volo aereo di linea e trasferimento in hotel a Erice.
Erice è un’antica città fenicia e greca, arroccata a 750 metri sul monte che porta lo stesso nome. 
Difesa da bastioni e mura, la città è un labirinto di stradine acciottolate e di varchi così stretti da permettere il passaggio di un solo uomo. Le case, serrate le une alle altre, hanno graziosi e curati cortili interni, difesi e protetti dalla vista dei passanti in modo che la vita familiare si svolga nella più completa intimità. Un sito di rara bellezza.

2 giorno Erice – Custonaci (17 km)
Dopo colazione partenza per la prima tappa del trekking.
Custonaci sorge all’estremità orientale del golfo di Bonagia a 186 metri sopra il livello del mare. Nel territorio variegato che spazia da fondali limpidi del Mediterraneo alla lunga bella spiaggia, all’aspra campagna, si aprono innumerevoli grotte naturali, molto interessanti da un punto di vista geologico.

3 giorno Custonaci – Macari (11,5 km)
Dopo colazione partenza per la seconda tappa del trekking.
Il piccolo borgo di Macari gode di una posizione davvero unica, arroccato sui rilievi della Valle degli Ulivi. Insieme a Castelluzzo, sono le uniche due frazioni di San Vito Lo Capo.
Qui si trova la cala del  Bue Marino, eletta spiaggia più amata dagli italiani nel 2016 da LegAmbiente e  la caletta dell’Isulidda, splendido angolo di mare su cui si affacciano piccole grotte e pareti di roccia bellissime.
Questo è un luogo ideale per chi ama il trekking o semplici passeggiate che portano alla Riserva dello Zingaro e sul promontorio e godere di una vista mozzafiato su tutto il golfo della Baia di Santa Margherita, mentre San Vito Lo Capo si trova a 3 minuti d’auto.

4 giorno Macari – Scopello (14 km)
Dopo colazione partenza per la terza tappa del trekking.
Scopello: poche case abitate, 
una piazzetta e profumo di “pane cunzato” per strada, una delle mete più caratteristiche della Sicilia occidentale.
Tappa imperdibile è sicuramente la famosa spiaggia dei Faraglioni, una delle baie più belle d’Italia, con un mare di una trasparenza e di un colore incredibile.

5 giorno Escursione nella Riserva dello Zingaro
Dopo colazione escursione nella Riserva dello Zingaro (5 ore, 12 km).
La selvaggia bellezza della Riserva Naturale dello Zingaro si estende per 1600 ettari con 7 chilometri di costa incontaminata,
 scenario di straordinario fascino sul versante occidentale della Sicilia.

6 giorno Scopello – Segesta (23 km)
Dopo colazione partenza per la quarta tappa del trekking.
Segesta, antica città fondata dagli Elimi. La città non è più abitata, ma si può visitare il Parco Archeologico. 

7 giorno Segesta – Monte Inici  – Castellammare del Golfo (20 km)
Dopo colazione partenza per l’ultima tappa del trekking.
Monte Inici, la vetta più alta del complesso montuoso denominato “Complesso monti Castellammare del Golfo). In serata pernottamento a Castellammare.

8 giorno Rientro
Dopo colazione trasporto organizzato per l’aeroporto e rientro.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *