V112 – Valle Stura – Contrabbando Colle Ferro e i Laghi di Sant’Anna

V112

Il Contrabbando, Colle Ferro e Lago di Sant'Anna

Giorni

3

Periodo

maggio-ottobre

Località

Attività

icon-trekking
Escursione

Programma

Arrivo in Valle Stura con i propri mezzi e sistemazione nella struttura prescelta. 
Sistemazione in albergo o appartamento

Una prima conoscenza del territorio avverrà durante la cena, prevista nella struttura dove si pernotta.

In hotel cena a base di piatti tipici stagionali e prodotti del territorio (vino e birra esclusi).
Cena su richiesta per coloro che soggiornano in appartamento.

Pernottamento.

2 giorno Il Confine Italo-francesce del Colle Ferro
Dopo colazione incontro con la guida a Bersezio per il breve breefing.
Se necessario spostamento con la propria auto (per gruppi di 6/8 persone trasferimenti organizzati su richiesta)
L’escursione partirà con la visita di Ferrere, un pugno di case abbracciate le une alle altre a circa 1900 metri di altitudine, testimonianza di una terra dura, di frontiera e di contrabbando.
Una piccola borgata abitata da grandi lavoratori, contadini e pastori.
Da questo borgo di montagna, sapientemente restaurato, si partirà per il viaggio verso la Francia, ripercorrendo le orme di chi, in tempi passati, organizzava dei veri e propri scambi clandestini al di là del confine. Risalendo l’ampio Vallone Forneris, tra pascoli e verdi prati, raggiungerete il Colle Ferro. Questo colle è sempre stato un importante punto di collegamento, nonché balcone naturale dal quale potrete godere una vista spettacolare sulle valli circostanti.
Per chi pernotta in hotel “pranzo al sacco dell’escursionista” incluso.

Al termine dall’escursione visita al Museo del Contrabbandiere La “Mizoun dal Countraban-dìer” è un percorso museale nella borgata di Ferrere di Argentera che racconta dell’antica e tradizionale pratica del contrabbando. Il percorso, attraverso immagini, documenti e oggetti, conduce i visitatori alla riscoperta di un mondo ormai scomparso, vivo unicamente nei ricordi di chi ne è stato protagonista attivo. L’ecomuseo è gestito dall’Unione Montana Valle Stura.
Rientro in struttura e tempo per il relax.

Cena inclusa per chi pernotta in hotel (bevande escluse)

Quota min. 1.880 mt – 2580 mt
Dislivello 800 metri
Km 11
Difficoltà. Facile
La quota comprende assicurazione RC e tutela legale della guida

3 giorno Giro dei Laghi di Sant’Anna (2460 mt)
Colazione in struttura.
Incontro con la guida escursionistica professionista e partenza per una bellissima escursione in un altro nodo cruciale del contrabbando locale.
(pranzo al sacco dell’escursionista incluso)
Oggi il trekking vi porterà tra Francia ed Italia in luoghi caratterizzati da panorami di alta montagna da un vago sapore di sacralità.
L’itinerario parte dal Santuario di Sant’Anna di Vinadio, luogo visitato da migliaia di pellegrini. Da su-bito incontreremo i primi laghi alpini e poco dopo raggiungeremo il confine di Stato. La vista su que-sto percorso a mezzacosta cambia continuamente lasciandovi senza parola per la meraviglia dei paesaggi incontaminati.
Si ritornerà al punto di partenza passando per meravigliosi specchi d’acqua (in totale 6 laghi). Una vera escursione “sul filo del cielo” per elevarsi e ritornare gratificati.
Rientro in struttura pe ritirare i bagagli. Prima della partenza consigliamo di assaggiare la tipica “Me-renda Sinoira Piemontese” vecchia zia del più moderno “apericena” rigorosamente a base di prodotti locali.
Fine servizi

DISLIVELLI E TEMPISTICHE
Quota min/max 2010 mt – 2460 mt
Dislivello: 800 mt
Lunghezza: 10 km
Difficoltà: adatto ad escursionisti abituati a camminare, ma non presenta particolari difficoltà

Sistemazione e Prezzi

Edit

Albergo Regina delle Alpi

L’hotel si trova a Pietraporzio, Valle Stura. Pietraporzio sorge addossata ad uno sbarramento artificiale sul fiume Stura protetto da un grande masso. Caratteristica è la parte più antica del paese dove si possono trovare i resti di archi e pietre angolari in tufo risalenti all’epoca medievale.

A pochi chilometri merita una visita l’Ecomuseo della Pastorizia in frazione Pontebernardo con i suoi laboratori destinati alla lavorazione dei derivati della famosa pecora sambucana.

L’albergo dispone di 24 posti letto e un ristorante con 80 posti a tavola.
La conduzione familiare garantisce un ottimo servizio di ristorazione e degustazione dei più importanti piatti tipici della cucina locale, le specialità della casa sono:  “i cruset con la bagna cauda” la salsa di porri e l’agnello con le erbette provenzali.
Di nuova realizzazione la gelateria artigianale di produzione propria.

L’hotel inoltre mette a disposizione degli ospiti un piccolo e accogliente centro benessere con piscina coperta riscaldata, palestra, sauna, idromassaggio (aperto tutti i giorni dalle 16:30 alle 19:30).

Presso la struttura è possibile trovare MTB mountain bike gratuite (fino ad esaurimento) – noleggio di e-bike e di ciaspole da neve a pagamento.

Edit

Casa Arpaouza

Dalle finestre di Casa Arpaouza si possono seguire con lo sguardo gli itinerari delle greggi, che possono diventare passeggiate sulla via dei pastori, tra i pascoli, i boschi e le cime che li sovrastano, con soste tra le mura di antichi paesi ancora abitati.
Oppure guardando verso valle, l’occhio può incontrare il sentiero che scende verso Pietraporzio, il comune più vicino a Castello, con negozi e ristoranti di qualità, dove degustare la cucina tradizionale e seguire le tante occasioni di feste e incontri organizzate nel corso dell’anno.

Casa Arpaouza è curata e custodita da Gino che vive in una casa vicina, ed è a disposizione degli ospiti per ogni informazione e curiosità: si occupa dell’accoglienza, illustra agli ospiti tutte le comodità delle Residenze e li accompagna durante tutto il periodo, perché il soggiorno sia piacevole e sereno.

Gino si prende anche cura dell’Orto di Casa Arpaouza, nel quale coltiva verdure e primizie di stagione, che gli ospiti possono scegliere e acquistare direttamente nell’orto.

Edit

Rifugio i Becchi Rossi

Il rifugio inaugurato nel 1998 sorge nel piccolo centro abitato di Ferrere, una borgata simbolo in alta Valle Stura, al confine con la Francia.
Dispone di 3 camere da 8, 6 e 4 posti letto, bagni in comune dotati di docce e acqua calda.  Meta di molte escursioni e posto tappa dei più importanti percorsi alpini. I nuovi gestori Valentina e Oscar saranno lieti di accogliervi nel loro magnifico rifugio recentemente rinnovato.
Periodo di apertura: giugno – settembre.

 

  • Prenotazione

    Se sei interessato alle nostre proposte contattaci compilando il seguente modulo o chiamandoci al 348.314.98.37. Puoi usare anche WhatsApp.

  • Contattaci usando WhatsApp

    oppure
    inquadra il QR-CODE a lato con il tuo smartphone
    • Indica quanti siete. In caso di numero disparo indicalo nelle informazioni aggiuntive
    • Indica una data di partenza anche indicativa se vuoi.
  • Spuntando la casella dichiari di accettare la nostra policy sul trattamento dei dati personali.
  •