V140 – Valle Maira – Il Vallone di Prazzo 17/20 giugno 2021 e 09/12 settembre 2021

V140

Il Vallone di Prazzo tra ginestre e vette di tremila metri
17-20 giugno 2021 09-12 settembre 2021

Giorni

4

Periodo

settembre -ottobre

Località

Attività

icon-trekking
Escursione

Programma


1 giorno
Arrivo in Valle Maira con i propri mezzi.
Potrete scegliere tra due sistemazioni diverse tra loro, L’Agriturismo  Al Chersogno e la Tano del Grich. Il nostro weekend si svolgerà nel Vallone di Prezzo, un piccolo mondo a parte, ricco di pascoli e graziose borgate nella parte inferiore. In questa 3 giorni potremo salire uno dei 3000 che fanno parte del “trittico” Chersogno-Pelvo-Marchisa. Un’esperienza intensa e di grande soddisfazione. Per arrivare a questo, faremo una sorta di “acclimatamento” godendoci le prelibatezze dei produttori locali e visitando i migliori sentieri nei boschi e borgate intorno a San Michele di Prazzo. Valore aggiunto al weekend sarà dato dai racconti delle leggende (ad esempio la Battaglia dei Grich) e delle tradizioni, il tutto gustando dell’ottimo cibo locale a chilometri zero.
Cena e pernottamento (bevande escluse)

2 giorno Il Sentiero del Genestè (1680 mt)
Colazione in struttura ed incontro con una  guida escursionistica professionista del gruppo “Sport and Mountain Spirit”
(Pranzo al sacco dell’escursionista incluso).
L’itinerario può partire dalla Tano del Grich oppure da Borgata Allemandi. Breve spostamento se necessario in base al punto di partenza.
Un percorso semplice che dopo una ripida salita in un bosco di noccioli e abeti vi porta ad uno splendido sentiero panoramico, una balconata sulla Valle Maira.
Lungo il cammino si incontreranno antiche borgate, interessante la borgata di San Vittore da un punto di vista architettonico e per la sua cappella posta su uno sperone di roccia in posizione panoramica.
Questa zona è stata riconosciuta nel 2000 Sito di Interesse Regionale proprio per via della grande presenza della “Ginestra cinerea” diffusissima in Provenza, ma specie rara in Italia e presente solo in Liguria, nelle Alpi Marittime e nelle Alpi Cozie meridionali.
Rientro in struttura.
Potrete far visita a Corrado della Tano del Grich e ai suoi asini o effettuare una visita all’azienda agricola dell’Agriturismo Al Chersogno con degustazione del miele.
Cena e pernottamento.

DISLIVELLI E TEMPISTICHE
quota min. 1330 mt. quota max 1680 mt
Dislivello: 350 metri
Difficoltà_ facile
Polizza RC e tutela legale della guida inclusa

3 giorno Escursione al Lago Camoscere (2650 mt) o Monte Chersogno (3024 mt)
Colazione in struttura e pranzo al sacco preparato dalla struttura.
Incontro con Ludovica, la nostra guida escursionistica professionista.
Oggi si affronterà una vera e propria salita in montagna. In base alla giornata e alle capacità dei partecipanti si potrà scegliere la propria meta, magari fermandosi al Lago Camoscere.
Breve spostamento con la propria auto o con trasferimento organizzato su richiesta.
Partirete da dolci pascoli adagiati sui pendii della conca di Elva per passare all’altopiano roccioso del Lago Camoscere, un meraviglioso lago alpino posto su una balconata che si affaccia sulla valle. La salita poi cambia e diventa prettamente da alta montagna, guadagnerete il Colle Chersogno e passando per una cresta si raggiungerà l’affilato intaglio che ci separa dal pendio finale.

DISLIVELLI E TEMPISTICHE PER IL CHERSOGNO
quota min.1700 mt. quota max.3024 mt.
Dislivello 1400 mt
Difficoltà: intermedio/impegnativo
Polizza RC e tutela legale della guida inclusa.

DISLIVELLI E TEMPISTICHE PER IL LAGO CAMOSCERE
quota min.1700 mt. quota max.2650 mt.
Dislivello: 1000 mt
Difficoltà: intermedio
Polizza RC e tutela legale della guida inclusa

4 giorno Escursione sul sentiero dei pastori, da borgata Campiglione (2650 mt)
Colazione in struttura ed incontro con la nostra guida escursionistica professionista Ludovica.
(pranzo al sacco dell’escursionista incluso).
Oggi percorrerete un bellissimo anello che vi porterà sulla cresta panoramica che mette in comunicazione il vallone di Prazzo con la valletta di Ussolo. Passeremo attraverso le “Porte di Roma” e rientreremo per il Monte Chirlé lungo prati pascolivi e boschi di larici. Al rientro avremo modo di vivere un salto indietro nel tempo. Visiteremo un piccolo caseificio di alta montagna, proprio nella borgata Campiglione, gestito da una famiglia di giovani coraggiosi che portano al pascolo 200 mucche e producono alcuni formaggi deliziosi. Degusteremo i loro prodotti squisiti e finiremo questo viaggio sulle montagne della Valle Maira nel migliore dei modi.
Rientro in struttura per ritirare i bagagli.
Prima di partire si consiglia di provare la tipica “Merenda Sinoira Piemontese” zia del più moderno “apericena” rigorosamente a base di prodotti locali.
Fine servizi

DISLIVELLI E TEMPISTICHE
quota min 1700mt. quota max 2650mt.
Dislivello: 1100 mt
Difficoltà intermedio/impegnativo
Polizza RC e tutela legale della guida inclusa

Contenuto commutatore

Sistemazione e Prezzi

Edit

Agriturismo al Chersogno

L’agriturismo Al Chersogno nasce a San Michele di prazzo dalla ristrutturazione della casa dei trisnonni. Accanto alla magnifica ospitalità che l’agriturismo offre ai suoi ospiti, con un’ottima cucina tipica e il calore dell’accoglienza familiare, nel 2008 nasce l’azienda agricola.
L’apicoltura ne ha costituito il nucleo fondante. Negli anni successivi sono state avviate nuove attività come la coltivazione di ortaggi e piccoli frutti. Parte del territorio aziendale è stato inoltre impiegato per la crescita di piante officinali ed aromatiche che si prestano alla preparazione di infusi e liquori d’alta quota. Di recente si sono specializzati nella coltivazione di patate, prediligendo specie antiche e rare, collaborando con successo con aziende agricole di montagna che hanno sperimentato questo prodotto di nicchia.
L’azienda agricola comprende anche l’allevamento degli animali. Il figlio Daniele ha creato una bella collaborazione con associazioni e scuole per l’organizzazione della Fattoria didattica.

Edit

La Tano del Grich

In lingua occitana “la tano di Grich” significa la tana dei grilli e la locanda prende il nome da una curiosa leggenda popolare.
La locanda e posto tappa  è situata in Alta Val Maira, nella frazione San Michele di Prazzo, la valle più incontaminata di tutte le valli della provincia di Cuneo, ricca di meravigliosi paesaggi e di una natura incontaminata.
Gestita da Roberta ed Enrica, con l’aiuto della loro famiglia, è luogo ideale per dormire in alta Valle Maira. Nell’ambiente caldo e accogliente di un vecchio Palazzo Comunale del’ 800, offre la possibilità di conciliare in un’atmosfera di relax una vacanza di escursioni in montagna.
Ideale per intraprendere gite, a piedi, in MTB, con gli sci o le racchette da neve, o una semplice passeggiata in compagnia di un piccolo asinello, direttamente dalla porta di casa.

Ad Ottocentro metri dal ristorante in una piccola casa ristrutturata si trovano 3 camere con bagno interno e un camerone con 10 posti letto adibito a Posto tappa per gruppi o coloro che percorrono i percorsi occitani. Nella struttura si trova anche un piccolo angolo cottura e sala relax. Solitamente la colazione viene servita nel ristorante, ma la cucina del Posto tappa può essere utilizzata per chi ha bambini piccoli o per gustare un the o un caffè al ritorno da una gita. Parcheggio privato e possibilità di sistemare sci o attrezzatura sportiva in un garage chiuso.

LA STORIA DI GRICH…
Un’antica leggenda di paese narra che gli abitanti di san Michele venissero chiamati i Grich. All’interno della locanda troverete delle vecchie “chiuse dell’acqua” sulle quali viene raffigurata parte di questa curiosa Storia di Grichtoria.
Centinaia di anni fa, quando la valle era sotto il potere di Ludovico secondo marchese di Saluzzo,  a San Michele di Prazzo cominciò a scarseggiare il sale.
Il sale a quei tempi era così importante che si attraversava la montagna per andare a prenderlo fino al mare e se per caso, come capitò nell’anno imprecisato della nostra storia, il sale scarseggiava, la gente sragionava come durante una carestia. Non si sa come si comportarono gli altri valligiani, ma quelli di San Michele decisero, dopo averci molto pensato, che il poco sale rimasto doveva essere seminato. Lo seminarono infatti in un fazzoletto di campo e aspettarono tre settimane, poi andarono tutti insieme per la raccolta.  nel vedere quel campo pieno soltanto di grilli. Rimasero lì a guardare come tante statue di sale, senza saper cosa fare.
Si svegliò per primo il sindaco che autorevolmente dichiarò: “I grilli hanno tolto il sale dal campo, noi dal campo toglieremo i grilli”” e ordinarono che ogni san michelese si armasse di bastone e cominciasse a menare colpi ovunque un grillo si posasse. San Michele si trovarono giusta la decisione e quando uno di loro vide un grillo proprio sulla testa del sindaco, non ci pensò neppure un momento: con una randellata precisa abbatté il grillo con tutto quello che ci stava sotto. E fu fine di quella strana guerra. Da quel giorno gli abitanti di San Michele vennero chiamati i Grich (I grilli).

Edit
  • Prenotazione

    Se sei interessato alle nostre proposte contattaci compilando il seguente modulo o chiamandoci al 348.314.98.37. Puoi usare anche WhatsApp.

  • Contattaci usando WhatsApp

    oppure
    inquadra il QR-CODE a lato con il tuo smartphone
    • Indica quanti siete. In caso di numero disparo indicalo nelle informazioni aggiuntive
    • Indica una data di partenza anche indicativa se vuoi.
  • Spuntando la casella dichiari di accettare la nostra policy sul trattamento dei dati personali.
  •