V192

La Foresta Nera in bici 22-29 agosto 2021

Giorni

8

Periodo

Agosto

Attività

icon-cycling
Cicloturismo

Programma

1 Giorno Cuneo – St. Louis
Ore 7.00 partenza in pullman da Cuneo. Nel pomeriggio sosta a BERNA e visita della città. Arrivo a Saint Louis – Blotzheim, poco oltre Basilea, cena e pernottamento
Sistemazione
Mercure Aèroporte 3* stelle

2 Giorno 1 – SAINT LOUIS – FREIBURG
La Foresta Nera (in tedesco: Schwarzwald) è un’area montuosa situata nella parte sud-occidentale della Germania, nel Land del Baden-Württemberg, verso il confine con Francia e Svizzera. Si estende in direzione nord per circa 160 km, nell’estremo sud raggiunge una larghezza di 60 km mentre a nord è larga solo 30 km. La tappa inizia in territorio francese, nella regione dell’Alsazia, e segue nella prima parte il tracciato della ciclabile del Reno che si snoda a fianco del canal de Huningue e attraversa la zona paludosa della Riserva Naturale della Piccola Camargue. Per qualche km la pista è sterrata, poi diventa stabilmente asfaltata. A Niffer (km 16) si supera il punto in cui confluiscono il canale du Rhone au Rhin e il Grand canal d’Alsace, si continua attraversando piccoli borghi e soffermandosi nel centro di Ottmarsheim (km 26). All’altezza di Bantzenheim si svolta sulla destra e si attraversano il Grand Canal d’Alsace e il Reno (km 33) entrando in Germania a Neuenburg. Si prosegue seguendo le indicazioni dell’anello della ciclabile che circonda la Foresta nera meridionale (SudSchwarzwald Radweg) raggiungendo Heitersheim (km 48), Bad Krozingen (km 56), con deviazione verso il centro di questa cittadina termale per la sosta pranzo, e altri borghi minori fino ad arrivare a Freiburg (km 73). La parte tedesca della tappa si svolge nella regione della Brisgovia, tra la pianura renana e le colline del Markgräflerland che si trovano alla base dei rilievi più alti della Foresta Nera. Solo negli ultimi 25 km si incontrano saliscendi di moderato dislivello.
Sistemazione
Novotel Konrad 4* stelle

Note tecniche:
Km 73
D+ 338
D- 328
MIN 208 MAX 274
OPENRUNNER 12282041

3 – FREIBURG – KANDEL – FREIBURG
Questa tappa prevede un percorso ad anello che si sviluppa a nord-est della città di Freiburg, che si lascia pedalando a est fino ad incontrare la strada verso Stegen (km 10) da dove inizia la salita in direzione di St. Peter (km 18) e il passo Kandel (km 28) situato in posizione panoramica a 1.241 metri di quota. Si scende poi sull’altro versante verso Waldkirch (km 40) e Denzlingen prima di rientrare a Freiburg (km 60). Il percorso ridotto (in verde nella cartina) evita la salita del Kandel e chiude l’anello da St. Peter verso Denzlingen e Freiburg. Per il pranzo si può optare tra portarsi rifornimenti per un picnic sulla vetta o scendere per mangiare a Waldkirch.
In appendice si trova il profilo dettagliato della salita verso Kandel dal lato sud.
FREIBURG IM BREISGAU
Città di 231.000 abitanti, la quarta in ordine di grandezza del Baden-Württemberg dopo Stoccarda.
La città è attraversata dal fiume Dreisam, che nasce nella Foresta Nera e confluisce nel fiume Elz, che a sua volta confluisce nel Reno. La zona di Friburgo è la più calda e la più soleggiata della Germania. Di questo sono testimoni il famoso vino del Kaiserstuhl e le particolari flora e fauna, comprendenti specie solitamente presenti solo in paesi più caldi.Il monumento più notevole è la cattedrale costruita tra la fine del XII secolo e il 1513.Nella piazza della cattedrale si trova l’Historisches Kaufhaus (“mercato storico”), costruito nel 1532, sede di attività commerciali e della dogana. Delle antiche mura che circondavano la città rimangono due porte: la Schwabentor (porta degli Svevi), risalente al Duecento, che si apriva su una delle vie commerciali più importanti per la città e la Martinstor, risalente alla stessa epoca.
Sistemazione 
Novotel
Konrad 4*stelle

Note Tecniche
Km 60
D+ 1.098
D- 1.099
MIN 228 MAX 1.198
Percorso ridotto:
Km 42 D+ 532 D- 532 MIN 233 MAX 741
OPENRUNNER 12282035 e 12282062

4 Giorno- FREIBURG – TITISEE – DONAUESCHINGEN
Seguendo il percorso ciclabile della Foresta Nera (SudSchwarzwald Radweg) si raggiunge Kirchzarten (km 10) e si prosegue nella valle Zastler. Nei pressi di Oberried inizia la salita verso Rinken. È un’ascesa decisamente impegnativa soprattutto nei 6 km finali dove si sale di 550 metri. L’ultimo tratto è sterrato ma percorribile anche con le bici da corsa (in appendice si trova il profilo dettagliato della salita verso Rinken). Raggiunta la quota massima di 1.202 metri (km 24), alle spalle del Feldberg, la montagna più alta della Foresta Nera, si inizia a scendere verso Hinterzarten (km 35) e il lago Titisee (km 39) dove ci si può fermare per la sosta pranzo.Si riprende la tappa affrontando una salita di circa 4 km sulla strada L172 (si può evitare scegliendo un itinerario secondario ciclabile intorno alla collina, che però allunga la tappa di circa 6 km) poi, su strade secondarie e ciclabili, si scende verso Donauschingen e si entra in città per arrivare al parco del castello dove si trova la fontana della sorgente del Danubio (km 71). Si percorrono ancora 5 km per raggiungere l’hotel a nord della città.
Sistemazione
Hotel Waldblick BSR 3* stelle

TITISEE Il lago Titisee si trova a 845 metri, è alimentato dalle acque di fusione delle nevi del Feldberg, la sua superficie misura 1,2 km², la profondità media è di 20 m e quella massima di 40 m. Ne fuoriesce il fiume Gutach, che più avanti si unisce all’Haslach formando il Wutach, affluente del Reno. In inverno la superficie del lago gela ed è in parte agibile per il pattinaggio, autorizzato quando lo spessore del ghiaccio arriva ad almeno 16 centimetri. Sulla sponda nordorientale è situato il centro turistico di Titisee, stazione sciistica specializzata nello sci nordico ed attrezzata anche con un trampolino.

DONAUESCHINGEN
Città di 22.000 abitanti. Nel giardino del castello barocco dei Furstenberg si trova una fontana del XIX secolo (Donauquelle) che viene considerata come sorgente del Danubio. In realtà l’inizio del Danubio si trova un km più a est, dove due corsi d’acqua minori (Brigach e Breg) si unisono per dar vita al grande fiume che raggiungerà il Mar Nero dopo aver percorso 2.858 km e attraversato 10 stati.

Note tecniche
Km 76
D+ 1.382
D- 961
MIN 271 MAX 1.202
OPENRUNNER 12282136

Percorso ridotto (si evita la salita del Rinkenpass, si raggiunge il lago Titisee in pullman e si inizia in bicicletta la seconda parte della tappa fino a Donaueschingen):
km 37 D+ 361 D- 523

5 Giorno- DONAUESCHINGEN – SCHAFFAUSEN – RADOLFZELL
Una tappa lunga con un profilo altimetrico piuttosto movimentato anche se non ci sono grandi difficoltà. Da Donaueschingen si scende inizialmente verso sud lungo la stretta valle Krottenbach. Dopo Achdorf (km 20) si entra nella valle del fiume Wutach e si passa vicino al tracciato della suggestiva omonima ferrovia (in giallo nella cartina sopra). A Stuhlingen (km 34) si entra in Svizzera e con modesti saliscendi si prosegue fino a raggiungere a Schaffausen (km 53) il sito della cascata sul fiume Reno. Qui o nella vicina città ci si può fermare per la sosta pranzo prima di proseguire sulla ciclabile che affianca il Reno sul lato tedesco. Al km 72 si lascia la ciclabile del Reno e si prosegue in direzione nord e poi verso est fino a raggiungere la meta di Radolfzell (km 90). C’è anche la possibilità di proseguire la ciclabile lungo il fiume e la sponda settentrionale del Lago, allungando il percorso di 11 km.
Sistemazione
 Hotel K 99 4* stelle

SCHAFFAUSEN
Città della Svizzera di 36.000 abitanti, capitale del cantone omonimo. Tra gli edifici di interesse troviamo il Munot, vecchia fortezza simbolo della città, la parte vecchia della città con palazzi di epoca rinascimentale, il Convento di Allerheiligen (Ognissanti), abbazia benedettina fondata nel XI secolo ed attiva fino al secolo XVI quando nella zona si affermò la riforma protestante. A poca distanza si trovano le famose cascate (Schaffausen Rheinfall), le più estese in Europa. Sono situate nella parte superiore del corso del fiume Reno, hanno un’ampiezza di 150 metri e un’altezza di 23 metri. Ci sono dei piccoli battelli che portano i visitatori vicino alla cascata. Tutto il territorio intorno verso i confini con al Germania è inserito nel grande Parco Naturale Regionale di Schaffausen.

 

RADOLFZELL con 31.000 abitanti è la terza città del distretto, dopo Costanza e Singen e si è sviluppata su un monastero fondato nell’826 da Radolf vescovo di Verona. Nel centro è la chiesa gotica di Nostra Signora, risalente al XV secolo e decorata in stile barocco nel Settecento.

Note Tecniche
Km 90
D+ 810 D- 1.100
MIN 368 MAX 787
OPENRUNNER 12284584

 

6 Giorno- RADOLFZELL – REICHENAU – KONSTANZ – RADOLFZELL
Questa tappa prevede un anello intorno alla penisola che si protende a nord nel lago di Costanza, in piano nei primi 50 km e con saliscendi nel finale. Dopo 19 km dalla partenza si arriva al ponte che collega l’isola di Reichenau, che si visita nelle sue parti più interessanti. Si riattraversa il ponte per raggiungere il centro storico di Costanza (km 36) dove ci si ferma per visitare la città e per pranzare. Si prosegue poi sull’altro alto della penisola, transitando davanti all’isola di Mainau (km 43), e quindi si lascia la costa proseguendo all’interno verso Dettingen (km 53) e Radolfzell (km 70).

KONSTANZ. Città universitaria di 84.000 abitanti situata sul fiume Reno, che scorre attraverso il Lago di Costanza, dividendo in due la città. A nord del fiume si trova la parte più grande, con aree residenziali e insediamenti industriali; mentre a sud del fiume si trova la Città Vecchia, che ospita i centri amministrativi e le aree commerciali.
Sistemazione
Hotel K 99 4* stelle

RADOLFZELL con 31.000 abitanti è la terza città del distretto, dopo Costanza e Singen e si è sviluppata su un monastero fondato nell’826 da Radolf vescovo di Verona. Nel centro è la chiesa gotica di Nostra Signora, risalente al XV secolo e decorata in stile barocco nel Settecento.

REICHENAU. L’isola è collegata alla terraferma per mezzo di un ponte-diga costruito nel 1838.
Oggi l’isola è famosa anche per le fattorie di ortaggi e per i vigneti e per la riserva naturale composta da una zona umida in cui sostano numerose specie di uccelli durante le loro migrazioni annuali.
MAINAU. L’isola è collegata alla sponda meridionale del lago tramite un ponte, è compresa nel territorio comunale della città di Costanza ed è una nota meta turistica, che attrae per i suoi giardini curati, la serra tropicale con moltissime specie di farfalle e il castello barocco.
Note Tecniche:
Km 70
D+ 603 D- 604
MIN 394 MAX 558
OPENRUNNER 12284762

7 Giorno – RADOLFZELL – LINDAU – BREGENZ
Nell’ultima tappa si segue la ciclabile del Lago di Costanza sulla riva tedesca, godendo dell’affascinante spettacolo del grande lago e transitando, con un percorso senza difficoltà, nei luoghi più interessanti come Uberlingen (km 25) Uhldingen (km 34) dove è possibile una sosta al museo all’aperto delle palafitte, Meesburg (km 38) Fiedrichshafen (km 55) e Lindau (km 81) che merita una sosta per un passeggiata nell’affasciante via al centro dell’isola. Si riprende poi a pedalare per gli ultimi km, entrando in Austria e terminando il viaggio a Bregenz (km 92).

BREGENZ
Città di 29.000 abitanti, capoluogo dello Stato austriaco del Vorarlberg, situata in una baia all’estremità meridionale del lago di Costanza, a breve distanza dalla Germania e dalla Svizzera. Sede di un rinomato festival musicale estivo, di un grande museo di arte moderna nella avveniristica Kunsthaus (KUB). Di rilievo anche il Vorarlberg Museum. La città alta (Oberstadt) si estende nella parte dell’antico castrum romano, una scalinata porta a Ehregutaplatz, piazzetta circondata da tipiche case a graticcio. Vicino si trovano la torre Martinsturm, resto delle mura medievali, e la Martinskapelle del 1362. Poco lontano dal porto parte la funivia che sale al Monte Pfänder, a quota 1046 m, nel punto panoramico più famoso dell’intera regione, che consente una vista amplissima sul Lago di Costanza, molto apprezzabile soprattutto nelle prime ore del mattino.
Sistemazione
Hotel Ibis 3* stelle

Note tecniche
Km 92
D+ 452
D- 454
MIN 394 MAX 454
OPENRUNNER 12285145

In mattinata visita a piedi di BREGENZ e della città alta oppure gita con la funivia al punto panoramico del Monte Pfänder (1046 m). Alle ore 12 si parte con il pullman per il rientro a Cuneo.

Sistemazione e Prezzi

    Indica il numero di partecipanti


    Dati del primo partecipante








    Numero:

    Emissione:
    Scadenza:

    Dati del secondo partecipante








    Numero:

    Emissione:
    Scadenza:


    Opzioni di sistemazione



    Informativa Privacy



    Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

    Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

    Chiudi